INFERNO – FALSARI, BARATTIERI e SIMONIACI

inferno

FALSARI

Sono i dannati della X e ultima Bolgia dell’VIII Cerchio, sono divisi in quattro schiere, ovvero i falsari di metalli (alchimisti), di persona, di parola e di monete. Gli alchimisti sono affetti da una sorta di scabbia lebbrosa che ricopre il loro corpo di croste purulente, i falsari di persona sono preda di una follia rabbiosa, quelli di parola sono fiaccati dalla febbre e quelli di monete sono colpiti da idropisia, col ventre gonfio d’acqua e tormentati dalla sete. Ma noi siamo più cattivi e lasciamo immaginare a voi quali pene far subire ai personaggi letterari che vi proporremo per questa Bolgia 🙂

Dunque cominciamo,

3- Ai piedi del podio ma non per poca importanza, colui che ha ingannato tutti i personaggi del suo passato, falsificando elegantemente la sua identità nel migliore dei modi, per poter attuare la sua vendetta – assolutamente comprensibile ma non giustificata-

Grande spadaccino, un conte, forse IL conte, ricordato per il titolo come anche al famoso Dracula:

edmond dantes

Edmond Dantès

(Il conte di Montecristo – Alexandre Dumas)

2- Secondo posto, un personaggio “giovane”, sia per età che per epopea letteraria. Probabilmente molto sottovalutato ma che racchiude in sé una chiave di volta per la conclusione della lunga saga in cui compare, poiché riesce a falsificare l’infalsificabile, una reliquia unica, e lo fa riuscendo a tenere all’oscuro il mondo intero… almeno finché qualcun altro non rischia la vita per recuperare la suddetta reliquia. Uno dei finali di romanzo che più ha incuriosito i lettori della saga. Chi è R. A. B.?

Benvenuto anche tu all’inferno dei falsari

R.A.B._letter_to_the_Dark_Lord_pertaining_to_the_Horcrux_Locket

Regulus Arcturus Black

(saga di Harry Potter – J.K. Rowling)

1- Ed eccoci finalmente giunti in cima al podio. Per amor di “classicità” nessun altro probabilmente merita questo posto più di un falsario e spia di professione, dunque un uomo che riesce a eccellere in ben due di queste categorie (anche se potrebbe facilmente essere inserito in molti dei gironi infernali). Un uomo affetto da amnesia, che scrive per tentare di ricordare. Un anziano nella Parigi nel 1897. A te il primo posto

il_cimitero_di_praga

Simone Simonini.

(Il cimitero di Praga – Umberto Eco)

BARATTIERI


Originariamente s
ono i dannati della V Bolgia dell’VIII cerchio dell’Inferno, colpevoli di aver usato le loro cariche per arricchirsi. Compaiono immersi nella pece bollente di cui è piena la Bolgia e da cui sono costretti a restare totalmente coperti; sono sorvegliati dai Malebranche, demoni alati e neri, armati di bastoni uncinati coi quali afferrano e straziano ogni dannato che tenti di emergere dalla pece.

Tra molte questa parte dell’inferno dantesco quasi non pare così infernale, tuttavia c’è qualche personaggio della letteratura che ci piacerebbe finisse immerso fin sopra la testa di pece bollente. Si parla di ricchezze a volte materiali altre meno, ma quasi in tutti i casi la merce barattata da parte dei protagonisti consisteva nella propria…

3) Sul podio, più per giustizia che per merito. Questa accoppiata è rimasta famosa in molti modi e non solo come barattieri ma anche come truffatori (tuttavia non così scaltri tra altri da meritare quel girone, ma ci piaceva vederli all’inferno). Scambiavano le loro menzogne in cambio di denaro sonante, vendevano la loro loquacità e furbizia in cambio di fiducia. Dunque perché si ritrovano immersi nella pece? Perché sfruttavano una posizione, da loro stessi creata agli occhi dei piccoli ingenui, per arricchirsi alle spalle dei più deboli offrendo in cambio nulla o quasi. Forse non abbastanza per l’inferno? Io ritengo di sì.

il gatto e la volpe

Il gatto e la volpe

(Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino – Carlo Collodi)

2) ecco che arriviamo al secondo posto, colui che non ha vinto per un soffio, battuto solo dall’importanza del demone a cui ha venduto l’anima. Penso basti dire “bacchetta” per farvi arguire e chi mi riferisco. Lui, uno degli str***i più odiati dai “Millennial”

raptor

professor Raptor

(saga di Harry Potter – J.K. Rowling)

1) Primo posto assicurato per costui che fece un patto per godersi tutti (e dico proprio tutti) i piaceri della vita e lo fece direttamente con il boss, il capo di codesto luogo: Mefistofele.

Peccato che in qualche maniera alla fine della storia si redima “salvandosi” grazie a un bel deus ex machina in punto di morte… ma noi vogliamo immaginare che anche il suddetto deus poi si sia reso conto che non fosse pienamente corretto come atteggiamento. Eccolo qui,

faust

Faust

(Faust – Johann Wolfgang von Goethe)

SIMONIACI

Il termine viene da Simon Mago , personaggio degli Atti degli apostoli.

Il girone è dedicato a coloro che nel Medioevo facevano mercato delle cose sacre. I simoniaci sono conficcati a testa in giù entro delle buche circolari, con le gambe levate e delle fiammelle che lambiscono le piante dei piedi.

Da questa descrizione ci troviamo di fronte a una sezione dell’inferno che quasi sembra divertente o comica per uno spettatore, se non si riflette su cosa davvero possa essere subire tale tortura. Ma chi, della letteratura, meriterebbe un posto d’onore in questa Bolgia? Facile, almeno per chi legge gialli o è andato abbastanza spesso al cinema da conoscere un successo come “Il codice da Vinci”. Ebbene?

Ebbene sì, niente podi in questo articolo, solo un nome. L’unico abbastanza meritevole di questa Bolgia è colui che ha venduto nientepopodimeno che la pronipote di Cristo per farla ammazzare.

vescovo aringarosa

Vescovo Manuel Aringarosa

(Il codice da Vinci – Dan Brown)

Qui si concludono i gironi di quest’oggi. Opinioni?

Alla prossima e

ci vediamo all’inferno 😉

inferno

The following two tabs change content below.

Carlo Marchioni

Vorrei dire: sono convinto che volare sia possibile, basta solo avere pensieri felici, ma sarebbe citare in malo modo un mio idolo. Dico quindi che sono uno scrittore, autore della saga di Àdaran, co-creatore di IoVoceNarrante.com e, come tutti gli altri, un amante della lettura.

Ultimi post di Carlo Marchioni (vedi tutti)

Sii il primo a commentare

Rispondi

Privacy Policy