E se…il gladiatore fosse diventato imperatore?

Buon Martedì
Oggi sono incredibilmente ottimista, e vi propongo quello che credo molti di noi pensiamo sia il Se più ovvio all’interno della trama de “Il Gladiatore”.

E se l’anziano Marco Aurelio avesse proclamato imperatore Massimo senza dire nulla prima al nostro caro gladiatore e al figlio Commodo?

Niente conversazione, niente assassinio, mi pare ovvio, ergo, (e perdonatemi il francesismo) cazzo, Massimo sarebbe stato un grande imperatore.

E Punto. Diamine. Bello no?

Forse si. Ma sarebbe davvero finita così? Troppo facile fermarsi al “così la sceneggiatura sarebbe finita, tutto bello, tutto finito bene, film concluso.”

Per amor di trama, vediamo come sarebbe potuta andare.

il gladiatore 3

Siamo dunque all’inizio della storia. Dopo la vittoria, l’imperatore Marco Aurelio va a nanna, felice e contento per come stanno andando le cose. Il mattino dopo, tutti insieme (imperatore, figli e il generale) partono per Roma. Una volta arrivati, il nostro caro Aurelio convoca il senato e proclama finalmente Massimo come suo successore, tra lo stupore generale.
Gaudio e tripudio, il senato ne rimane felice conoscendo la fama del generale e presto la notizia arriva al popolo, anch’esso sicuramente soddisfatto (e se non lo fosse stato, beh, a quei tempi contava poco).
Ma proprio tutti? Mi pare ovvio che Commodo non prende la notizia bene, ma sa mascherare bene la sua rabbia. In breve, una volta che Massimo viene incoronato, Commodo è già in procinto di ucciderlo. Fin qui, nonostante le differenze, le sue intenzioni non cambiano poi molto.

il gladiatore 4
Massimo, che però desidera ancora, sopra ogni cosa, ritornare dalla sua famiglia, li fa portare a Roma. Tutto pare bello, finché Commodo, nelle sue losche trame, non riesce a portare dalla sua gran parte del senato. Lucilla, innamorata di Massimo, tenta di aiutarlo,sospettando qualcosa, ma nel cercare informazioni sulla cospirazione viene scoperta e in una (immagino tragica e cruenta scena di fredda cattiveria) viene assassinata dal fratello Commodo. Massimo, scoprendo la morte di Lucilla, inizia a sospettare qualcosa, ma quando giunge alla verità, i traditori si rivelano, tentando di ucciderlo. Lo scontrò è ridicolo, un mucchio di politici che provano ad assassinare un generale, ma rimangono in molti e tra loro, non proprio digiuno di combattimento, c’è anche Commodo, che compare con la moglie di massimo in ostaggio con un coltello alla gola. L’imperatore si arrende, dunque, ma sua moglie, conscia di quanto sia orribile la prospettiva che quell’attentato vada a buon fine, afferra il coltello del sequestratore, ricorda a suo marito quanto lo ami, e si taglia la gola. Massimo, scioccato, cieco di rabbia e disperazione, parte all’attacco, quello furioso e pieno solo di rabbia. E uccide tutti gli aggressori, tenendo per ultimo proprio Commodo.

Il gladiatore 5

Il destino ha portato comunque a questo scontro, a questa scena, e anche questa volta, massimo perpetua la sua vendetta. Commodo, trafitto con lentamente, muore.
La cospirazione è scongiurata, e presto i traditori vengono annunciati anche al popolo, alle truppe e al resto del senato, che stimano così ancor di più Massimo. Ma lui, anche in questa vita perde due persone care.
Ma almeno, crescerà suo figlio, e regnerà con saggezza.

Il gladiatore, non dove combattere nel Colosseo, non deve vivere come uno schiavo. Ma la vita che non ha mai voluto, una vita complicata e immersa nella cupidigia della politica, lo ha comunque portato a una strada irta di ostacoli e tristezza. Non diventerà mai uno schiavo, ma dimostrerà comunque di essere un vero Gladiatore.

E se…condo voi come sarebbe andata?

il gladiatore 2

The following two tabs change content below.

Carlo Marchioni

Vorrei dire: sono convinto che volare sia possibile, basta solo avere pensieri felici, ma sarebbe citare in malo modo un mio idolo. Dico quindi che sono uno scrittore, autore della saga di Àdaran, co-creatore di IoVoceNarrante.com e, come tutti gli altri, un amante della lettura.

Ultimi post di Carlo Marchioni (vedi tutti)

2 Commenti su E se…il gladiatore fosse diventato imperatore?

  1. Bello come pensiero, Il Gladiatore di Ridley Scott penso sia uno dei miei film preferiti. Ho semrpe sperato che nel combattimento finale Massimo sopravvisse e diventasse il nuovo Imperatore ma ahimè sia lui che il suo spirito volevano andare dalla sua amata e suo figlio.
    Probabilmente se fosse accaduto ciò non so quanto sarebbe potuta cambiare la situazione della Roma di quei tempi, nonostante fosse una delle più forte(con 30 Legioni complete e al servizio del diretto Imperatore) ma proverò a dire la mia anche se il mio italiano fa pena :).

    Dopo la battaglia vinta contro i popoli del Nord l’Imperatore Marco Aurelio gioioso di avere sotto il vessilo di Roma un generale come Massimo decide di tornare a Roma per nominarlo prossimo erede alla guida dell’impero nonostante l’incessante figlio Commodo che spinge per essere lui il prossimo.
    Giunto in Senato l’Imperatore prese la sua decisione ma in quel momento ci fu una presa al potere da parte del figlio con le Guardie Pretoriane stranamente fedeli a quest’ultimo; ci fu un massacro, Imperatore e l’intero Senato fu totalmente annichilato. Roma cadde nella totale oscurità con l’ascesa di Commodo il Dittatore.
    Massimo preso ed esiliato si ritrovò ad affrontare le grandi arene nel MedioOriente ove la sua forza si mostrò inesauribile e insuperabile. Riconosciuto da dei Nobili di modesta importanza viene recuperato e li viene proposto di Combattere in nome della vera Roma l’imperatore dittatore.
    Massimo, solo da quel momento, iniziò ad avere a se seguaci e vecchi compagni d’arma(Generali che hanno preferito distaccarsi insieme alla propria legione da Roma) e iniziò la Marcia contro Roma.
    Saputo ciò Commodo, scaltro e infame prese d’ostaggio la Famiglia del suo rivale e lo sfidò ad affrontare le Sfide del Colosseo per aver salva la famiglia. In tal caso avesse accettato, il suo esercito doveva fermarsi fuori dalle mura della Capitale..
    Colto da questo fatto non ci pensò due volte e andò ad affrontare tutte le Sfide proposte finchè non arrivò all’ultima, contro lo stesso Imperatore.
    Ferito dalle sfide passate, drogato prima del suo ultimo combattimento e accerchiato da tutti i pretoriani Massimo con tutte le sue forze combatte il suo avversario, nonostante tutto, ferita dopo ferita, cadde in ginocchio il grande Generale, il Gladiatore.. Ma prima che Commodo desse il colpo di grazia, un’ombra vellutata dalle linee pretoriane uscii trafisse quest’ultimo direttamente al cuore, Lucilla Augusta innamorata fin dall’infanzia uccise il Dittatore di Roma.

    Cosa accadde dopo? Non saprei.. Non faccio sapere se Massimo muore o no, se la famiglia è ancora salva o no.. Perchè non saprei proprio.. Già penso sia un po’ surreale ahah.. Ma più che altro dovrei continuare riiscrivendo la Storia dell’impero romano e il suo proseguo 😀

    Mi scuso per il papiro in un italiano veramente osceno! 🙂
    Chaos Charlie

    • Bellissima proposta, decisamente entusiasmante. Grazie per aver accettato la sfida di proporre la propria versione, e ci sei riuscito molto bene, un bel papiro 🙂

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*