E se…Dorothy fosse rimasta a OZ?

Ciao a tutti, benvenuti alla prima uscita di questa nuovissima rubrica, siate buoni e fantasiosi mi raccomando!

Qualche tempo fa, parlando con la mia collega Lara Gussoni, ci siamo fermati a pensare al “Meraviglioso Mago di Oz” (di Lyman Frank Baum), e a come effettivamente sarebbe potuta andare a finire la storia se Dorothy avesse messo in una teca di vetro le Scarpette d’Argento e non le avesse fatte battere tre volte, tornandosene nel “noioso” Kansas.

Ordunque, per coloro che non han bene capito come funziona questa rubrica, io ora presenterò una breve opzione personale su come sarebbero potute andare le cose…voi…proponete pure la vostra 🙂

Io sono certo di questo:

Dorothy, lasciata letteralmente a piedi dal Mago e raggiunta la Strega Buona del Sud, Glinda, decide che le avventure passate l’han fatta vivere come non mai, e che lei e Toto (quel buffo cosino nero che la segue sempre) avrebbero passato il resto della loro vita a viaggiare per tutta Oz. Scelta facile, sembra, e così si stabilisce comodamente nella Città di Smeraldo, ora governata dallo Spaventapasseri, e lascia il fedele Toto in compagnia del Leone, ora Re della foresta che ha salvato da un ragno gigante.
Spoiler inventato: secondo me tra i due nasce qualcosa, così vedremo presto TOTO, IL MAGNIFICO CANE DELLA FORESTA DI OZ!

Tornando meno seri, credo che qualche anno dopo il trasferimento di Dorothy nella Città, Lo spaventapasseri col cervello, si sarebbe messo nella zucca di voler sposare proprio la ragazza (fraintendendo un innocuo gesto della piccola quando era ancora bambina).

Lei, assolutamente contraria perché lo preferiva col quoziente intellettivo di una sedia, rifiuta e da lì cambia tutto.
Quindi, per concludere, avremmo un’appassionata storia d’amore nella foresta, un sovrano stalker e pieno di potere, che ci porta alla nuova vita di Dorothy, fuggita in groppa a una scimmia volante e andata ad addestrarsi da Glinda per prendere il posto della Strega Cattiva dell’Ovest. Ma, ancora perseguitata dopo l’iniziazione alle arti magiche, ecco che Dorothy decide di vendicarsi e così…. Evviva la nuova super cattiva di Oz, saggia, intelligente, e incazzata come solo una donna perseguitata può essere. Ora sì che Oz diventerà un luogo decisamente interessante. Mannaggia.

 E se…condo voi come sarebbe andata?

Alla prossima settimana 🙂

Il mago di Oz

The following two tabs change content below.

Carlo Marchioni

Vorrei dire: sono convinto che volare sia possibile, basta solo avere pensieri felici, ma sarebbe citare in malo modo un mio idolo. Dico quindi che sono uno scrittore, autore della saga di Àdaran, co-creatore di IoVoceNarrante.com e, come tutti gli altri, un amante della lettura.

Ultimi post di Carlo Marchioni (vedi tutti)

Sii il primo a commentare

Rispondi

Privacy Policy