C’era una volta Once Upon a Time: colei che colleziona cuori

C’era una volta Once Upon a Time: colei che colleziona cuori

Alice rise: «È inutile che ci provi», disse; «non si può credere a una cosa impossibile.»
«Oserei dire che non ti sei allenata molto», ribatté la Regina. «Quando ero giovane, mi esercitavo sempre mezz’ora al giorno. A volte riuscivo a credere anche a sei cose impossibili prima di colazione.»
– Dialogo fra Alice e la Regina di Cuori, tratta da “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” di Lewis Carroll

QueenOfHeartsWithAlice
C’era una volta, in un regno nascosto da incantate meraviglie,
una dispotica sovrana che collezionava cuori in piccoli scrigni.
Il suo nome era Regina di Cuori.

Buon Mercoledì, Oncers e miei amati Lettori.
Per chi ha già visto l’episodio di domenica dico: “Bah” ed aggiungo anche un “Bloody Hell…” giusto per restare in tema di Underworld. Per chi non ha ancora visto l’episodio la 5×12 “Soul of Departures” e non segue nemmeno la programmazione americana di Once Upon a Time, dico: ATTENZIONE, l’articolo potrebbe contienere SPOILER.

Quindi, se non volete essere colti da infarti improvvisi, ansie o attacchi di panico, non andate oltre a queste poche righe e girate alla larga fino alla visione di suddetto episodio.

So che i miei sono articoli legati di più sul personaggio della letteratura, ma rivedere Cora nel centesimo episodio è stato,forse, l’unico personaggio a riempirmi il cuore di gioia e giubilo, e dovevo per forza condividerlo con voi. Perché per essere il 100esimo episodio… proprio no. Ma tornando a noi, prima che i miei capi mi domandino che diavolo sto facendo e decidano di licenziarmi in tronco.

Red_queen_cora_Queen_Of_Hearts
Screen tratto da Once Upon a Time in Wonderland; la Regina Rossa e la Regina di Cuori

L’argomento del giorno, ovviamente, è la Regina di Cuori, personaggio antagonista inventato da Lewis Carroll e che vediamo disseminato per la maggior parte dei capitoli di “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie“.
Molto spesso, purtroppo, viene confusa con la Regina Rossa che fa parte, invece, del piccolo sequel del romanzo di Carroll, ovvero “Attraverso lo specchio e quello che Alice vi trovò” e della quale parleremo più avanti.

La Regina di Cuori, assieme a suo marito, il Re di Cuori, sono coloro che tengono in pugno il Paese delle Meraviglie, ma vediamo ben presto che la vera dispotica, la vera tiranna, è la regina, mentre il re è un semplice, piccolo, uomo bonario che consente alla moglie ogni cosa. La Regina di Cuori, arcigna e capricciosa, mantiene l’ordine fra i suoi sudditi in un unico modo, ovvero tagliare la testa a chi crea problemi. Grande appassionata di croquet, organizza eventi pomposi per festeggiare le sue ovvie vittorie. Ed è proprio in uno di questi eventi pomposo che Alice incontra i due sovrani.

Alice-7
Illustrazione del libro “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie”

La Regina di Cuori è l’unico personaggio ad essere citato anche prima della sua apparizione, dato che sono molti i personaggi che la nominano con timore, anche se in realtà, la donna non ha un vero e proprio potere come viene descritta in Once Upon a Time, bensì il popolo la teme prevalentemente per la sua furia.

E’ stato dato anche un significato allegorico a questo personaggio, ovvero rappresenterebbe la rabbia che prova l’individuo ormai adulto, rabbia dovuta solamene a motivi futili. Un’altra allegoria potrebbe essere quella della voglia di potere e del sentirsi forte nel comandare gli altri, sottomettendoli con la paura. Che è ciò che, in realtà, fa Cora in Once Upon a Time.

In principio, nella prima stagione, non c’era nulla che connettesse Cora con la Regina di Cuori se non il nome stesso e la sua tendenza a strappare cuori. Solamente con la seconda stagione e poi con Once Upon a Time in Wonderland abbiamo avuto la certezza che le due figure sono ben correlate, seppur abbastanza distinte.

Cora

Fra i due personaggi, dunque, non pare esserci molto in comune: Cora, madre della matrigna di Biancaneve, Regina e della Perfida Strega dell’Ovest, Zelena.  Cora era in realtà la figlia del mugnaio, storia che vi racconterò assieme al personaggi di Tremotino,  una povera donna che si era invaghita di un servo del Re, fintosi principe, dal quale rimase incinta di Zelena. Abbandonata la bambina e persa la possibilità di divenire regina, decide di giocare il tutto e per tutto per dare il potete in mano alla sua secondogenita, Regina. Rumple e Cora

Tutto ciò che Cora sa, e tutta la magia che possiede, le è stata insegnata da Tremotino, il Signore Oscuro, colui che trasforma la paglia in oro, che grazie ad una promessa, la addestra alla magia nera. La donna, però, pare essersi innamorata di lui, ma la voglia di potere è più forte di ogni altra cosa. Cora si strappa il cuore dal petto e decide di vivere lontana dall’amore, forte solo della sua voglia di potere.

Cresce Regina senza amore e strappando anche a sua figlia la possibilità di amare, finché la ragazza, stanca di essere sottomessa dalla madre, non chiede aiuto al Signore Oscuro e grazie ad uno specchio magico riesce, spingendovi dentro la madre, a mandarla nel Paese delle Meraviglie dove diviene la Regina di Cuori.

Un’allegoria piuttosto differente dal personaggio, che al posto della rabbia, mantiene dentro di sé la freddezza dei sentimenti, la mancanza di amore, che viene rimpiazzata dalla voglia di potere, dalla voglia di comandare e di ottenere ciò che si vuole col minimo sforzo.

Rivedremo altre volte Cora, sia a Storybrooke, dove viene uccisa da Biancaneve stessa, sia nell’underworld dove, fallendo il tentativo di mandare via la figlia e quindi permettendo all’anima del marito di andarsene dall’Oltretomba, viene punita da Ade stesso, costretta a vivere come ha sempre odiato: da figlia del mugnaio.

Cora e la Regina di Cuori non hanno tantissimo in comune, se non appunto il cuore. Entrambe hanno come simbolo uno scettro. Il personaggio originale con un cuore in punta, Cora a forma di maschera ma le somiglianze con un cuore sono molto ovvie. Cora comanda, ordina, manipola. La regina di Cuori comanda, ordina e si infuria. Entrambe hanno il potere, ma entrambe falliscono perché il bene vince sempre. Siamo nelle fiabe, no?

Bene, Oncers! Anche per oggi vi ho tediato abbastanza. Vi saluto e come al solito vi do appuntamento a mercoledì prossimo! 😉

Alice nel paese delle meraviglie-Attraverso lo specchio. Ediz. integrale

The following two tabs change content below.
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Ultimi post di Lara Gussoni (vedi tutti)

Sii il primo a commentare

Rispondi

Privacy Policy