Speciale: Una sera a teatro – INTRIGO SULL’OLIMPO

Premetto, non pretendo assolutamente di vendermi come esperto di teatro o qualcosa di simile, proprio non è il mio campo, ma, amando il teatro, voglio più semplicemente rendere tributo a una bella sorpresa che ho avuto. Un tributo a un lato della scrittura che è proprio quella di teatro, che da secoli porta le sue storie alle masse non solo grazie agli autori, ma anche, e spesso soprattutto, grazie a tutto il cast che ha alle spalle. Detto ciò, si comincia…

Ciao a tutti, ieri sera mi è capitato di finire a teatro senza neanche sapere con esattezza a quale spettacolo avrei assistito. Mi capita spesso, in effetti, di fare cose così. Comunque, ieri sera la sorpresa è stata piuttosto piacevole, la commedia  trattava della fantasiosa storia di un uomo di nome Alceo (Stefano Carabelli) facilmente etichettabile come “nerd”, che durante una sera con la sua fidanzata Veronica (Anna Romanello) è vittima di un fortuito incidente con un meteorite. Portato in ospedale e messo alle cure di un medico distratto (Guido Coppe) si ritrova a viaggiare sull’olimpo. Quì, viene incastrato dalla dea Venere (Sara Maraschiello) in una ricerca che lo porterà a conoscere molti altri dei, vivendone i lati più “umani” che li caratterizzano.

Jpeg

Non me la cavo particolarmente bene con le recensioni, per questo voglio che il presente articolo sia interpretato più come una voglia di fare i miei più sinceri complimenti alla fantasia di questa commedia e alla innegabile bravura della Compagnia degli Intrecci, non che alla preparazione dei giovanissimi musicisti e cantanti che si sono immersi in questa avventurosa impresa. L’autore, Giorgio Spriano, ha creato un’atmosfera magica e esilarante, unendo alla commedia musiche e melodiche di natura classica, il tutto portato con maestria sul palco dal regista, Giorgio Putzolu, e dagli attori della Compagnia degli Intrecci, gestendo davvero al meglio i cambi di tempo che la natura stessa dell’opera possiede (che viaggia costantemente da tempi comici, giostrati con malizia di dettaglio ed enfatizzati dalla caratterizzazione di vari accenti italiani che rendono il tutto davvero esilarante, a tempi musicali molto rilassanti).

Jpeg

Non adoro passare per una persona che esalta solo i lati positivi delle cose, ovviamente ci sono anche dei lati che a qualcuno potrebbero far storcere il naso, anche vista la giovane età e l’inesperienza come attori dei giovani musicisti, ma nel complesso voglio davvero fare i complimenti per la riuscita, degna di una bella serata, di questa Commedia Musicale. Alla fine dello spettacolo ho chiesto al regista e all’autore la possibilità di fare un breve articolo sulla mia esperienza a teatro di quella sera (essendo andato non preparato, di fatti mi scuso per la scarsa risoluzione delle foto, purtroppo avevo solo il cellulare a portata di mano), e con immenso piacere mi han concesso una foto nonostante il tempo gli mancasse, come risposta più che positiva alla mia richiesta.

Jpeg
nella foto, il regista Giorgio Putzolu a sinistra, e l’autore Giorgio Spriano a destra

Per riassumere tutto il mio ciarlare di quest’oggi, per il piccolo costo del biglietto, ho avuto davvero il piacere di una bella storia. Semplice e forse senza troppe aspettative al momento, vero, ma carica di humour e fantasia, che nonostante qualche pecca passabile, ha regalato a me e a tutto il pubblico (davvero soddisfatto alla sua conclusione) una piacevolissima serata che (un po’ in stile blog, ammetto la mia colpa) avevo davvero voglia di consigliare con tutto il cuore. Di seguito ho trascritto la presentazione dello spettacolo, in scena anche questo venerdì, 19 febbraio a Varese, così che possiate farvi un’idea eventualmente ancora più dettagliata. E concludo dunque così, buona giornata a tutti e se andrete a teatro venerdì, buona visione.

“A cura del Conservatorio Puccini di Gallarate &

della Compagnia degli Intrecci

INTRIGO SULL’OLIMPO

Commedia musicale

intrigo

Il Corservatorio Puccini di Gallarate e la Compagnia degli Intrecci presentano Intrigo sull’Olimpo, un’opera da camera, con musica dal vivo. Si tratta di un’originale coproduzione che mette in scena i ragazzi del conservatorio Puccini, allievi dei corsi preaccademici e accademici seguiti dai docenti Gianna Visintin e Giorgio Spriano, affiancati dalla compagnia degli Intrecci con la supervisione in regia di Giorgio Putzolu.

Recitazione, canto e musica accompagnano lo spettatore verso le disavventure di un timido uomo, che, intento a mostrare alla fidanzata di indole ardente le stelle e i pianeti, viene colpito in testa da un meteorite. In uno stato di premorte, si ritrova sull’Olimpo a vagare in compagnia di un’affascinante Venere, alla disperata ricerca del suo amato Ercole.

Con la promessa di aver salva la vita, l‘uomo aiuta la Dea a cercare Ercole, mentre una moltitudine di Dèi capricciosi (Giove, Morfeo, Marte, Diana, Bacco) ostacoleranno i loro piani. Impossibile non riconoscere nei vizi e nei difetti “divini” caratteristiche molto umane, ridendo e sorridendo per tutto lo spettacolo.

Gli spettacoli andranno in scena il 17 Febbraio presso l’Auditorium Paccagnini di Castano Primo e il 19 Febbraio presso il teatro Santuccio di Varese, alle ore 21.”

Ognissanti, dall'alba dei tempi al mondo di oggi... "È il giorno in cui ci si
C'era un tempo in cui si leggevano parole di inchiostro nero su bianche pagine, tempi
Che cos'è una fanfiction? Come e da dove nascono? E perché IoVoceNarrante ha deciso di aprire una
Mentre molti di voi si scazzottano per una partita dove 11 dubbi esseri umani inseguono
Sapete, come sempre mi piace cazzeggiare su internet. Mai nessun luogo è stato così meravigliosamente

The following two tabs change content below.

Carlo Marchioni

Vorrei dire: sono convinto che volare sia possibile, basta solo avere pensieri felici, ma sarebbe citare in malo modo un mio idolo. Dico quindi che sono uno scrittore, autore della saga di Àdaran, co-creatore di IoVoceNarrante.com e, come tutti gli altri, un amante della lettura.

Ultimi post di Carlo Marchioni (vedi tutti)

Informazioni su Carlo Marchioni 25 Articoli
Vorrei dire: sono convinto che volare sia possibile, basta solo avere pensieri felici, ma sarebbe citare in malo modo un mio idolo. Dico quindi che sono uno scrittore, autore della saga di Àdaran, co-creatore di IoVoceNarrante.com e, come tutti gli altri, un amante della lettura.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!