Ognissanti? E che festa è?

Ognissanti, dall’alba dei tempi al mondo di oggi…

“È il giorno in cui ci si ricorda che viviamo in un piccolo angolo di luce
circondati dall’oscurità di ciò che non conosciamo.
Un piccolo giro al di fuori della percezione
abituata a vedere solo un certo percorso,

una piccola occhiata verso quell’oscurità.”
Stephen King

Sin dai tempi antichi, l’anno celtico veniva diviso in due parti: Beltane e Samhain.

meteo-novembre-come-potrebbe-essere-il-tempo-sullitalia-per-halloween-e-ognissantiBeltane, celebrava la nascita della natura e della vita che sbocciava e ricadeva.

Samhain, invece, celebrava il riposo, il periodo del letargo, del sonno e della morte. Era una festa dedicata alla conclusione del periodo del raccolto, un ringraziamento dell’uomo verso i doni della natura che avrebbe permesso di sopravvivere all’imminente inverno.

 

Samhain, il quale significato è festa del mondo della morte, era il Capodanno celtico che aveva un calendario completamente differente da quello che oggi noi conosciamo.

Con le conquiste da parte dei Romani, anche le usanze popolari vennero sparse in giro per tutto il mondo. Samhain era una di queste. A seconda dai luoghi in cui veniva “adottata”, era festeggiata in modi e giornate differenti che andavano dalla metà di Ottobre alla metà di Novembre.
Con il dilagarsi di questa nuova festa popolare, però, si decise di stabilire un giorno che potesse essere uguale per tutti, ovvero la notte di transazione fra Ottobre e Novembre.

Con il tempo, a questa festa pagana venne aggiunto non un significato religioso, bensì spirituale. In questo modo, oltre al ringraziare la natura per i suoi doni, venivano salutate anche le anime dei defunti.

samhainNon potendo proibire manifestazioni di festa pagana per evitare di scatenare violente rivolte popolari, la chiesa, nella figura di Papa Bonifacio IV, che desiderava ardentemente porre fine a tutti i residui di paganesimo, sostituì la vecchia festa pagana con una nuova, totalmente di stampo cattolico, trasformando Samhain ne ‘La Festa di Tutti i santi”, dove venivano onorati tutti i santi.

Questa sorta di imposizione, però, non eliminò affatto Samhain, che semplicemente andò a sedersi accanto alla festa liturgica. E bisognerà aspettara più di 200 anni perché Papa Gregorio III introduca la festività che tutti noi conosciamo come Ognissanti.

Ma che cosa significa Ognissanti?

defunti_candele
Ognissanti
è l’unione di due parole inglesi: “All Hallows” , tradotto con Tutti i Santi ed “eve” che significa vigilia. Aggiungendo eve a All Hallows otteniamo La Vigilia di Ognissati. Giorno in cui veniva festeggiata la festa pagana di Samhain.

In questo modo, grazie all’astuzia di Papa Gregorio III, i popoli celti iniziarono a non far più differenza fra la festa religiosa e quella pagana ma, dopo anni, le due festività erano diventate una cosa sola.

Ma, oggi, lontano da casa nostra, come si festeggia Ognissanti?

OgnissantiIn Polonia è fortemente sentita per la grande religiosità ma, nello stesso giorno, oltre alla festa dei defunti, la Polonia ha istituito anche La Giornata Nazionale dei Caduti in guerra. I polacchi si regano ai cimiteri per portare ghirlande di fiori, lanterne e candele ai propri cari e al morti caduti per defendere il proprio paese. E’ ancora usanza ritrovarsi a pranzare tutti insieme per ricordare i defunti, nella speranza che grazie ai ricordi, loro possano salvarsi.

cadiceIn Spagna, il polo principale di questa ricorrenza è Cadice. Laggiù, è vista ufficialmente come il passaggio dall’autunno all’inverno e viene festeggiata con feste gastronomiche, fiere e banchetti ricolmi di ogni sorta di cibo. Il visitatore viene accolto da musica e balli, un’allegria che scoppia in ogni angolo del paese.
Gli eventi si susseguono frenetici per una intera settimana grazie alle numerose sagre autunnali.

filippineAmmettiamolo, nelle Filippine, invece, l’usanza potrebbe apparire un po’ più macabra. Ma per gli adoratori dell’horror potrebbe essere sicuramente una grandiosa esperienza. Di fatti, nelle Filippine, si usa organizzare cene al cimitero per poter mangiare in compagnia di amici e parenti, vivi e non. Dal 31 Ottobre al 2 di Novembre, si recano nei loro villaggi natale per trascorrere le feste con le famiglie. Prima ci si dedica alla pulizia delle tombe, poi si passa alle decorazioni con candele e ornamenti floreali e, infine, la cena, che può protrarsi tutta la notte. Pernottamento incluso.

In Svezia, invece, abbiamo la magia della luce.
Ognissanti, in Svezia, prende il nome di Alla Helgons Dag e quest’anno viene festeggiata il 5 di Novembre.SkogskyrkogŒrden, Alla helgons dag 111105 Cimitero di Skogskyrkogarden, Stoccolma. In questo periodo, la notte cala già a metà pomeriggio, per questo motivo, gli svedesi hanno l’usanza di riempire di migliaia di candele accese i cimiteri, per rendere omaggio ai defunti.

Lo spettacolo più incantevole lo si può vedere nel cimitero di SkogskyrkogŒarden, a Stoccolma. Chi è riuscito a vederlo ha ammesso che “Brilla di luce propria” ed è come se “Gli spiriti dei morti sorridessero“.

…e come viene celebrata in Italia?

In realtà, noi non abbiamo una vera e propria usanza come potrebbe essere quella inglese o americana, se non quella strettamente religiosa. Non abbiamo davvero un senso spirituale legato a questa festività. Ma, in verità, ogni popolo crea le proprie usanze e le proprie feste, col tempo ovviamente.

Quindi, noi di IoVoceNarrante, mentre vi auguriamo un sereno weekend lungo, chiediamo a voi, lettori, come amate celebrate questa festa?

“Venite con me.
È la festa di Ognissanti.
Faremo tremare tutti quanti.
Gli scherzi, stavolta son giustificati.
Le risa e i lazzi perfino aumentati.”
(Ray Bradbury, L’albero di Halloween, XX secolo)

trick-or-treat

Sapete, non tutti amano leggere Stephen King, probabilmente per carenze nel Q.I. oppure per essere
Memories ~Quarta Parte~   Nonostante l’ora tarda, Anna era ancora sveglia. Si era raggomitolata sul
Memories ~Terza Parte~   Da dietro il cancello di ferro battuto, Jason poteva scorgere un
Memories ~Seconda Parte~   Savannah restò in silenzio per un istante. Non si aspettava di
Memories ~Prima Parte~   “Ci fu un momento nella mia vita in cui tutto divenne

The following two tabs change content below.
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Ultimi post di Lara Gussoni (vedi tutti)

Informazioni su Lara Gussoni 58 Articoli
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!