Killian: Broken Inside

Disclaimer: I personaggi di seguito descritti sono
stati ideati da Adam Horowitz ed Eddy Kitsis
e fanno parte dello show tv “Once Upon a Time”.

Questa storia non ha scopo di lucro.

 

Killian: Broken Inside

 

“You wanna know why I’m doing all of this?! I’m doing it for you.”
“Vuoi davvero sapere perché sto facendo tutto questo?! Lo sto facendo per te.”
– Dark Swan 5×08 “Birth”

Ti guardo.

Guardo quegli occhi verdi nei quali si rifletteva la luce, nei quali mi perdevo ogni volta. Il colore del prato in primavera, la freschezza mattutina che ti inebria l’animo e ti rigenera, accarezzandoti il cuore. L’amore che ti scalda la carne e la mente, e ti rende così vulnerabile e così forte da sentire vibrare ogni fibra del corpo. Eri la stella più luminosa che io avessi mai incontrato…

Poi, la tempesta.

Il cielo si scurisce, le nubi si appesantiscono, la forza immensa del mare aumenta e io sono lì, inerme e inerte, nel mezzo della burrasca che mi domando in continuazione “Cosa ti è successo? Cosa è successo?!“.

Un sussurro? No, nemmeno.

Un pensiero, solamente quello e nemmeno la forza per poter articolare quelle poche parole. Te ne sei andata e non riesco a ricordarne le ragioni. Te ne sei andata lasciandomi solo nel bel mezzo dell’oceano, sperduto come un naufrago su un’isola deserta, arida e riarsa dalle fiamme dell’inferno.

Hai deciso di innalzare nuovi muri, barriere talmente spesse da essere invalicabili persino dal sole. Ho pensato, ho cercato, ho ragionato fino a farmi invadere la testa di ricordi artefatti, irreali, solamente per tentare di raggiungere la tua mente e capire cosa ti sta davvero muovendo.

Davvero sei diventata pura oscurità?

Ho cercato di capire cosa ti avesse portato a questo, ho cercato di capire cosa fosse accaduto in quelle settimane, laggiù, in un luogo che non ricordo. Che non posso ricordare, perché tu mi hai tolto ogni istante. Quel tu che non è Emma, che non è la Emma che io conosco, che amo e che vorrei riavere fra le braccia per poterne assaporare le labbra morbide, la carne calda e per poterla proteggere. Per l’eternità infinita.

Non sei tu. Eppure sei tu.

Sei qui.

Davanti a me.

Avvolta dal gelido abito Oscuro. I capelli legati, bianchi. Le labbra fredde, cremisi. E gli occhi verdi, verdi come il prato in primavera, la freschezza mattutina che ti inebria l’animo e ti rigenera accarezzandoti il cuore. Solo adesso fra questi alberi, illuminati solo da soffusi raggi di luna, riesco a scorgerti, a percepirti, a sentirti. Ma non posso toccarti. Non posso sfiorarti.

Vorrei farlo. Lo vorrei con anima e corpo.

Vorrei muovere un passo, poi un’altro, e un’altro ancora e cancellare quella distanza che ci separa, sgretolare quei muri che ci allontanano ed arrivare a quella Emma fatta di luce e speranza. Ma non posso.

“You wanna know why I’m doing all of this?!”
“Vuoi davvero sapere perché sto facendo tutto questo?!”

Le tue parole, articolate da una voce che proviene dal profondo di un animo disperato, sono una sferrata di vento gelido. Mi sento disperso, come se la terra si fosse aperta sotto i miei piedi ed io avessi iniziato a precipitare sino al centro della terra.
Tutto si capovolge. Si rovescia. Si disgrega.

Ti giri.

“I’m doing it for you.”
“Lo sto facendo per te.”

Ti guardo.
Il mio cuore, le miei viscere, la mia testa e il mondo stesso che mi gira attorno. Sento gli occhi stanchi e pungenti, colmi di lacrime silenziose ed invisibili. I muscoli deboli che tremano febbrilmente.

La debolezza di un corpo inerme.

Percepisco il mio respiro farsi veloce per contrastare il battito del mio cuore che, spietatamente, dopo aver mancato un battito, esplode nel mio petto, facendo crollare ogni mia certezza.

Disclaimer: I personaggi di seguito descritti sono stati ideati da Adam Horowitz ed Eddy Kitsis
SPOILER ALERT! L'articolo potrebbe contenere spoiler per chi non segue la programmazione americana. "Non perdere
"Buona sera, madamigella mugnaia, perché piangi tanto?" "Ah," rispose la fanciulla, "devo filare l'oro dalla
“Lei sta volando là dove lo sciame è più spesso. Lei è il più grande
"...il nostro amore non cesserà mai di esistere, ma si conserverà intatto  fino al giorno

The following two tabs change content below.
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Ultimi post di Lara Gussoni (vedi tutti)

Informazioni su Lara Gussoni 57 Articoli

Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia.

Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi.

Ma l’amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!