Inferno: 8 motivi per leggerlo

inferno

TARGET: questo libro è l’ideale per lettori ‘in corsa’, con poco tempo e poca voglia di letture pesanti, e per gli amanti dei complotti.

GENERE: Thriller

ANNO: 2013

AUTORE: Dan Brown

Inferno e Dan Brown.
Che cosa succede quando metti insieme Dante Alighieri e Robert Langdon? Succede che Dan Brown può ampliare la piscina e i critici devono arrendersi ai dati delle vendite. Un bestseller in pochi giorni, un film in pochi mesi. Che piaccia o no, lo scrittore americano ha fatto nuovamente centro.
La trama gira intorno all’ennesima ricerca di Langdon che, a furia di trovarsi in mezzo a situazioni del genere, inizia a somigliare sempre più a una mascolina Jessica Fletcher e non a un professore di Harvard. Riuscirà il nostro eroe nella sua impresa?
Chiaramente non ve lo dirò, ma vi darò 8 motivi per leggere questo romanzo.

1 – Spoiler
Lo spoiler incombente e incessante è sempre dietro l’angolo, pronto a sorprendervi e rovinarvi la giornata. Meglio leggerlo prima che il resto del mondo vi dica com’è andato a finire.

2 – Film
Il libro è meglio del film, dato che anche per Tom Hanks gli anni cominciano a passare implacabili.

3 – Jessica Fletcher
Come ho già detto, non ci si può perdere la trasformazione di Robert Langdon da ‘professore’ a ‘Jessica Fletcher’. Porta più sfortuna lui di Detective Conan.

4 – Riferimenti
Le citazioni di Dante, le descrizioni di Firenze e i riferimenti alla scienza sono il disperato tentativo di coinvolgere anche un pubblico intellettuale, ma creano un mix piacevole da leggere.

5 – Stile
State cercando una lettura non impegnativa? Lo stile di Dan Brown fa per voi. Capitoli brevissimi e periodi semplici permettono di interrompere e riprendere la lettura in qualsiasi istante, rendendo questo romanzo l’ideale per le letture di corsa: in metro, in treno o in bagno.

6 – Riflessione
È proprio così. Inaspettatamente e quasi incredibilmente questo libro fa riflettere su temi attuali e verosimili. Sovrappopolazione globale e risorse sono la chiave, le nostre menti sono le serrature.

7 – Finale
Un finale diverso rispetto agli altri, una parola fine impossibile da scrivere e un ‘happy ending’ in chiaroscuro. Può non piacere Brown, ma questa volta è riuscito a non cadere nella banalità e nella teatralità a stelle e strisce.

8 – L’orologio di topolino
Finalmente, alla quarta avventura, quel maledetto orologio di topolino scompare dal polso del professore ultraquarantenne, perso nei meandri di Firenze. Che sia la volta buona che riesca a comprarsi uno smart watch?

8 motivi per iniziarlo e 8 giorni per finirlo. Riuscirete a riveder le stelle?

"Sotto l'antica roseline il Santo Graal aspetta, che adorna d'opere di artisti incantati. Calice e
Mia madre vuole che lo lasci andare coi Guardiani della Notte. Privato di titoli e
Luce. Finalmente, dopo ore di buio e odore di catrame e petrolio. L’aria fredda e
Era il 1985 quando in Giappone vide la luce un manga che avrebbe cambiato definitivamente
Macbeth, una tragedia di Shakespeare che indaga nei meandri più oscuri dell’animo umano, tra la

The following two tabs change content below.

Francesco C. Inverso

Se fossi un libro sarei ‘Siddharta’ di Hermann Hesse, se fossi una canzone sarei ‘Something pretty’ di Patrick Park, se fossi un film sarei ‘La ricerca della felicità’ di Gabriele Muccino. Vita e morte, sole e luna, bene e male, Inter e Juventus, a caccia di una dicotomia ancora da scrivere, guardando il mondo con gli occhi di un sognatore che vorrebbe viaggiare nel tempo.

Ultimi post di Francesco C. Inverso (vedi tutti)

Informazioni su Francesco C. Inverso 32 Articoli

Se fossi un libro sarei ‘Siddharta’ di Hermann Hesse, se fossi una canzone sarei ‘Something pretty’ di Patrick Park, se fossi un film sarei ‘La ricerca della felicità’ di Gabriele Muccino.
Vita e morte, sole e luna, bene e male, Inter e Juventus, a caccia di una dicotomia ancora da scrivere, guardando il mondo con gli occhi di un sognatore che vorrebbe viaggiare nel tempo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!