Dalla parola all’immagine: Etienne Davodeau e la realtà illustrata

Etienne davodeau

Può una graphic novel diventare un reportage di accadimenti e scenari reali? Trattandosi di immagini accostate a parole, non devono necessariamente raccontare trame inventate o atmosfere fantasy, ma possono diventare un foto racconto realistico.
Questo è il caso di Etienne Davodeau, fumettista francese del 1965, che è riuscito ad affermarsi a livello internazionale, grazie ad uno stile unico che vuole raccontare la realtà mescolando fiction e reportage giornalistico. Un’arte come la graphic novel, nata per intrattenere, per divertire, per catturare grazie alle immagini e al disegno, con alcuni artisti, diventa un prodotto che vuole espandere il suo pubblico raccontando la realtà.
Nel 2007, Davodeau, ha fatto immergere i lettori nella campagna rurale, con Rurale! Cronaca di una collisione politica. Qui, una storia realmente accaduta, viene raccontata con un acquarello in bianco e nero, in modo così appassionante da sembrare un racconto di finzione.
Un anno di osservazione, in cui l’artista ha seguito le vicende di tre giovani agricoltori che volevano tentare la sfida della coltivazione biologica, fino al momento in cui un’autostrada ha deciso di passare proprio attraverso i loro terreni.
Questo caso in cui l’arte dell’illustrazione si mette al servizio della natura e della campagna, si ripete con questo artista anche tanti anni più tardi, quando nel 2015 ritorna con Gli ignoranti. Questo titolo è riferito alla storia vera di un fumettista, l’artista stesso, che non sa nulla di vino e di un viticoltore che non sa nulla di fumetto. Loro, sono i protagonisti, insieme al mondo della produzione vinicola e al mondo dei fumetti. Davodeau, si è messo accanto a Richard Leroy, celebre produttore di vino biologico francese e insieme, per un anno, hanno provato a capire l’uno il mestiere dell’altro, lasciando la conclusione al lettore. Si tratta di due arti, molto diverse, ma che coinvolgono lo spirito e la manualità, ponendo all’artista la solita domanda: è possibile lasciarsi andare totalmente nella propria creatività, senza dover entrare nelle logiche del mercato per assecondare i gusti del proprio pubblico?

Gli ignorantiChe si tratti di libri, di vini, di coltivazione biologica, questo fumettista pone al centro un’importante questione e lo fa, mescolando antichi mestieri e arti contemporanee.
Il mondo dell’arte grafica incontra quello del vino, creando un connubio vincente di degustazione artistica molto affascinante.
Oltre al fatto che questo ultimo lavoro è diventato un best-seller in Francia ed è in traduzione in tutto il mondo, afferma l’originalità di un artista che in realtà compie un processo naturale: osservare, vivere e rielaborare la realtà attraverso la propria arte. L’arte di Etienne davodeau è il disegno e così, vive delle situazioni e le rappresenta su carta, nel modo più verosimile possibile.
In questa rubrica abbiamo visto tanti modi di vivere l’arte e di essere artista, dei modi che attraversavano tanti mondi, surreali e reali. Questo mondo è reale e questo modo dev’essere di ispirazione per tutti coloro che cercano del materiale per i propri progetti artistici e non. Si può partire dal quotidiano, nostro o di quelli accanto a noi e lasciare che questo guidi la nostra vena artistica. In questo modo si racconta il mondo.
E se lo sappiamo fare bene, questo racconto diventa un’arte, la nostra arte.

Rurale! Cronaca di una collisione politica

Il disagio politico e sociale vissuto dai giovani di oggi, si percepisce chiaramente. Lo si
Nel 1997 la fumettista giapponese Moyoco Anno, pubblica Questo non è il mio corpo un manga
Di notte vi capita mai di alzare il naso verso il vielo e guardare cosa
Una storia d'amore a ritmo di musica. Non è un'accoppiata insolita, anzi, è un classico
La solitudine, questa grande conosciuta. La nostra compagna, che se ne va, ma torna sempre.

The following two tabs change content below.

Eva Pettinicchio

Eva Pettinicchio, nata il 12 Agosto del 1990. Si è laureata in Economia e gestione dei beni culturali per mescolare la tecnica gestionale ad una grande passione per l’arte e la cultura di ogni tipologia. Considera il mondo del cinema e delle serie tv come una coperta di Linus da portarsi in giro a scuola e sul lavoro per sentirsi a proprio agio. Scrive per sentirsi bene e ascolta certa musica come se fosse una boccata di ossigeno puro dopo una scalata in alta montagna.

Ultimi post di Eva Pettinicchio (vedi tutti)

Informazioni su Eva Pettinicchio 50 Articoli

Eva Pettinicchio, nata il 12 Agosto del 1990. Si è laureata in Economia e gestione dei beni culturali per mescolare la tecnica gestionale ad una grande passione per l’arte e la cultura di ogni tipologia. Considera il mondo del cinema e delle serie tv come una coperta di Linus da portarsi in giro a scuola e sul lavoro per sentirsi a proprio agio. Scrive per sentirsi bene e ascolta certa musica come se fosse una boccata di ossigeno puro dopo una scalata in alta montagna.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!