Dalla parola all’immagine: Alla ricerca del Cosmo

Cosmo Marino Neri

Di notte vi capita mai di alzare il naso verso il vielo e guardare cosa c’è lassù? Magari mentre si cammina per raggiungere l’auto parcheggiata sul bordo della strada o mentre si rientra nel garage o quando si aspetta qualcuno che ci ha dato appuntamento alle 22, ma è in clamoroso ritardo. Ogni tanto ce ne dimentichiamo, ma la notte, sopra le nostre teste, se il cielo è sgombro di nuvole e non c’è troppo smog in quelle zone, possiamo assistere ad un vero letto di stelle.
Quei puntini bianchi, che sembrano schizzi di vernice provenienti da un pennello, stanno lì, fissi sopra di noi e sono capaci di rendere le situazioni che viviamo senza luce un po’ più intense e romantiche.
Romantico, appunto, ma nel senso storico del termine, si può definire il viaggio di Cosimo in Cosmo, una graphic novel recente, scritta dal talento italiano, Marino Neri.
Cosimo ha 15 anni e una passione per l’astronomia che gli ha fatto guadagnare il soprannome, Cosmo. Questa passione lo spingerà a scappare dal centro di riabilitazione in cui deve stare, per mettersi in viaggio tra periferie e paesaggi di campagna per raggiungere il deserto di Atacama, dove le stelle appaiono brillanti e nitide.

Cosmo
Cosmo – Marino Neri

Inizia così questo viaggio del protagonista, che non ama stare con le persone, ma preferisce la solitudine e le sue stelle. In questo viaggio alla ricerca di queste stelle, però, sarà inevitabile per lui, conoscere delle persone nuove che avranno comunque un forte impatto sulla sua vita e sul suo viaggio. Un viaggio che comunque continuerà come un’odissea, in cui accade in tanti attimi e in tanti incontri, una vita intera.

Cosmo – La graphic novel di Marino Neri che ci guida alla scoperta delle stelle

Bastano le prime pagine di Cosmo, per rimanere catturati dagli scenari neri e da queste stelle che richiamano il protagonista, un protagonista che ci guida, con la sua fuga, verso un viaggio molto personale. Il lettore ha la possibilità di seguirlo in questo viaggio e di vivere il desiderio di uscire di casa e di alzare il naso verso il cielo, pensando a tutte le volte che ci siamo dimenticati di farlo.
Quindi Cosimo, non sembra poi così folle ad intraprendere questo viaggio, lui ha voglia di uscire, di cercare, di scoprire, di farlo da solo, senza però precludersi la possibilità di incontrare altre persone.
Una graphic novel così, ha il potere di incantare, dalla prima all’ultima pagina, di far vivere un viaggio un po’ bizzarro presentandolo come una metafora di qualcosa di più grande, di qualcosa che può riguardare anche le nostre vite.
Quindi, senza pensarci troppo, dopo aver letto di questa graphic novel, andiamo tutti fuori casa a guardare in alto, sia mai che troviamo anche noi la voglia di metterci in viaggio alla ricerca del nostro cosmo.

Nel 1997 la fumettista giapponese Moyoco Anno, pubblica Questo non è il mio corpo un manga
Una storia d'amore a ritmo di musica. Non è un'accoppiata insolita, anzi, è un classico
La solitudine, questa grande conosciuta. La nostra compagna, che se ne va, ma torna sempre.
Il settimo splendore, lo sappiamo, ci riporta con la memoria a Dante e al suo

The following two tabs change content below.

Eva Pettinicchio

Eva Pettinicchio, nata il 12 Agosto del 1990. Si è laureata in Economia e gestione dei beni culturali per mescolare la tecnica gestionale ad una grande passione per l’arte e la cultura di ogni tipologia. Considera il mondo del cinema e delle serie tv come una coperta di Linus da portarsi in giro a scuola e sul lavoro per sentirsi a proprio agio. Scrive per sentirsi bene e ascolta certa musica come se fosse una boccata di ossigeno puro dopo una scalata in alta montagna.

Ultimi post di Eva Pettinicchio (vedi tutti)

Informazioni su Eva Pettinicchio 50 Articoli

Eva Pettinicchio, nata il 12 Agosto del 1990. Si è laureata in Economia e gestione dei beni culturali per mescolare la tecnica gestionale ad una grande passione per l’arte e la cultura di ogni tipologia. Considera il mondo del cinema e delle serie tv come una coperta di Linus da portarsi in giro a scuola e sul lavoro per sentirsi a proprio agio. Scrive per sentirsi bene e ascolta certa musica come se fosse una boccata di ossigeno puro dopo una scalata in alta montagna.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!