Dalla parola all’immagine: Up all night una storia d’amore a ritmo di musica

Up all night

Una storia d’amore a ritmo di musica. Non è un’accoppiata insolita, anzi, è un classico paradigma. L’innamoramento è spesso accompagnato da quella canzone o da quel musicista che con la mente ci manda direttamente all’altra persona. Poi, quando la storia d’amore sboccia, anche in quel caso c’è la colonna sonora che fa da sfondo a ogni momento magico. La musica, si presta, anche nell’amore a farlo vivere in modo ancora più coinvolgente.
Musica e amore, sono gli ingredienti chiave di Up all night, una graphic novel di Giulia Argnani,, che vede come protagoniste Greta e Chiara. Due ragazze giovani, la prima di indole nomade, pronta a girovagare senza radici pur di realizzare il sogno di diventare musicista, la seconda, invece, incastrata in una realtà di provincia e in una serie di obblighi quotidiani.

Up all night, una graphic novel di Giulia Argnani che sfogliando le pagine, ci fa acoltare un po’ di musica.

Dall’incontro tra queste due ragazze nasce un’amore che inizierà lentamente a cambiare i loro punti di vista e le loro prospettive per il futuro.
Un anno di racconto in queste pagine, concentrato su Greta e Chiara, le stagioni del loro amore e i cambiamenti evidenti, sia fisici che caratteriali che iniziano a vivere grazie al loro incontro.

Up all nigth

Una graphic novel realizzata in bianco e nero con un tratto rapido e talvolta nervoso, perfettamente in linea con la storia che si appresta a raccontare, una storia delicata, sorvolata da una certa malinconia.
Non è la prima volta che nelle graphic novel vediamo un racconto concentrato interamente su una storia d’amore e sui cambiamenti che questa può portare nelle due persone coinvolte. In Blue is the warmest color di Julie Maroh, ci sono solo due ragazze, una passione smisurata e incontrollata e delle conseguenze dal forte impatto psicologico su entrambe. Anche in questo caso c’è l’utilizzo del bianco e nero, con quel tocco di blu, che va a enfatizzare i momenti emotivamente più importanti della trama. Qui, il blu, diventa un colore caldo, mentre in Up all night, ciò che scalda è la storia d’amore in sè e quel sottofondo musicale che non si può sentire esplicitamente, ma ci giunge alle orecchie sfogliando le pagine dell’opera e leggendo le canzoni delle protagoniste.
Canzoni che segnano i passaggi emotivamente più importanti della loro storia, cosa che è successa ad ognuno di noi. Infatti, quando una storia d’amore va male o qualcuno ci manca terribilmente, non riusciamo quasi ad ascoltare più la musica, perchè ha un effetto troppo forte. C’è sempre quella canzone che appena a sentirla, anche in lontananza, ci travolge come un’onda dell’oceano e ci lascia sdraiati alla deriva.
Ancora una volta, una graphic novel, racconta una storia realistica, in cui è facile ritrovarsi, perchè è semplice ma delicata e, anche se con una colonna sonora diversa, l’abbiamo vissuta tutti, almeno una volta.

Il disagio politico e sociale vissuto dai giovani di oggi, si percepisce chiaramente. Lo si
Nel 1997 la fumettista giapponese Moyoco Anno, pubblica Questo non è il mio corpo un manga
Di notte vi capita mai di alzare il naso verso il vielo e guardare cosa
La solitudine, questa grande conosciuta. La nostra compagna, che se ne va, ma torna sempre.
Il settimo splendore, lo sappiamo, ci riporta con la memoria a Dante e al suo

The following two tabs change content below.

Eva Pettinicchio

Eva Pettinicchio, nata il 12 Agosto del 1990. Si è laureata in Economia e gestione dei beni culturali per mescolare la tecnica gestionale ad una grande passione per l’arte e la cultura di ogni tipologia. Considera il mondo del cinema e delle serie tv come una coperta di Linus da portarsi in giro a scuola e sul lavoro per sentirsi a proprio agio. Scrive per sentirsi bene e ascolta certa musica come se fosse una boccata di ossigeno puro dopo una scalata in alta montagna.

Ultimi post di Eva Pettinicchio (vedi tutti)

Informazioni su Eva Pettinicchio 50 Articoli

Eva Pettinicchio, nata il 12 Agosto del 1990. Si è laureata in Economia e gestione dei beni culturali per mescolare la tecnica gestionale ad una grande passione per l’arte e la cultura di ogni tipologia. Considera il mondo del cinema e delle serie tv come una coperta di Linus da portarsi in giro a scuola e sul lavoro per sentirsi a proprio agio. Scrive per sentirsi bene e ascolta certa musica come se fosse una boccata di ossigeno puro dopo una scalata in alta montagna.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!