Come aggirare il blocco della pagina bianca

Sapete, nonostante non stia ancora pubblicando mie opere a causa di un periodo sabbatico, ho scritto per anni.
I toni di questo articolo saranno probabilmente diversi da quelli a cui vi state abituando mentre leggete i miei pubblicati, che spesso sono liste o recensioni.

Inizio con il dire che non scambierei per nulla al mondo quei momenti in cui si fissa lo schermo del proprio computer aspettando l’illuminazione tanto agognata per iniziare a scrivere quello che ci frulla in testa, ma ammetto che dopo un po’, inizia ad essere la “nevrosi” più odiata da qualsiasi scrittore, professionista e non.

Qui sotto indicherò 10 punti che potranno sicuramente aiutarvi in questo tanto odiato momento e che non sono indirizzati solamente agli scrittori, ma anche a studenti davanti al proprio tema durante un compito in classe o a qualsiasi persona che per raccontare una storia deve prima scriverla, i giocatori di ruolo ad esempio.

I punti di seguito elencati sono tratti da un libro di di Roy Peter Clark organizzato in 21 problemi che costellano l’intero processo della scrittura, dall’ideazione alla revisione, con 10 strategie per ciascuno. A voi porto un’anteprima che è stata personalizzata da quelle che sono le mie esperienze e metodologie.

 

blocco-dello-scrittore-1

 

1. Abbassa i tuoi standard. Li rialzerai più tardi.
Il foglio immacolato davanti e standard troppo alti sono una miscela altamente inibitoria. Non abbiate paura di mancarvi di rispetto, meglio abbassarli all’inizio, quando l’importante è cominciare. Potrete rialzarli fase di revisione, con tante pagine ormai sotto gli occhi.

2. Prima di scrivere, immagina la tua storia.
La scrittura inizia molto prima che le mani comincino a muoversi. Sappiate già sognare quello che poi andrete a scrivere, niente deve essere perfetto al primo colpo. Più si lavora nella testa, meglio riuscirà la prima bozza.

3. Recita l’inizio come se stessi parlando con una persona.
Come il ripetere a voce alta prima di un’interrogazione ci aiuta a ricordare meglio, proprio perchè sentiamo cosa stiamo dicendo o l’immaginare un colloquio di lavoro e fare qualche simulazione da soli ci fa capire il tono come dovrebbe essere, si può scrivere anche con la voce. Ascoltare e poi scrivere.

4. Non stai scrivendo il tuo pezzo, ma un promemoria per te.
Se immagini di scrivere per te stesso, abbassi i tuoi standard in modo naturale e produttivo. Una volta che le mani si mettono in moto, anche le parole cominciano a fluire.

5.  Scrivi più veloce che puoi per dieci minuti. Senza fermarti.
Ogni scusa è buona per procrastinare. Meglio mettersi a scrivere presto e velocemente. Il risultato forse non sarà dei migliori: chiamiamola “bozza zero”. Ci insegnerà come scrivere meglio la prima.

6.  Metti a tacere il critico che è in te.
Il critico ci serve in fase di revisione, quando gli standard qualitativi devono essere altissimi. Ora serve solo a metterci in crisi. Mandarsi a fanculo ogni tanto e non fermarsi prima di partire sicuramente è un grande sprono.

7. Se non riesci a scrivere nel solito posto, cambia posto.
Di solito le abitudini aiutano, ma se alla scrivania non riusciamo ad andare avanti, meglio il tappeto col computer in grembo o il bar di fronte. A me ad esempio aiuta tanto un posto dove sento brusio di voci, mi aiuta a rilassarmi.

8. Prendi carta e matita.
Lo schermo fa apparire bello e nitido qualsiasi testo, anche una pessima prima bozza, scritta tanto per cominciare. Questo non succede con carta e matita, che ci rendono più attenti e meno ansiosi. Fatelo soprattutto se tenete che una specifica parte venga come si deve.

9. Chiedi a qualcuno di farti un po’ di domande sul testo che devi scrivere.
Le domande, soprattutto quelle aperte, ci possono mostrare il nostro tema da altri punti di vista e darci finalmente lo spunto per cominciare.

10.  Per il momento scordati l’inizio. E comincia dalla fine.
Se all’inizio è il blocco, basta fare una deviazione e cominciare da un’altra parte. Quella più semplice, o quella che ci piace di più. Il come iniziare potrebbe venirci in mente dopo, tutti sappiamo quante idee geniali vengono in corso d’opera, partite da un punto che è già ben saldo nella vostra “bozza mentale” e si fotta il resto, per il momento.

 

 

Sapete, non tutti amano leggere Stephen King, probabilmente per carenze nel Q.I. oppure per essere
Questa sera ho finito di leggere e posando il libro mi sono accorto che ho
Sapete quanto mi piace farvi sentire non all'altezza, sottolineare le vostre incapacità e soffermarmi su
La scienza ha ampiamente dimostrato gli effetti benefici di una vita accompagnata da una regolare
Vi mancavano le mie guide eh? Cani. Eccomi, sono tornato. Questo è un argomento veramente

The following two tabs change content below.

Dario Pasin

IoVoceNarrante cercava scrittori di talento, colmi di passione e con grandi capacità che volessero far notare al pubblico quanto loro valgono. Io cosa c'entro in tutto questo? Assolutamente nulla, per questo ne sono il fondatore.
Informazioni su Dario Pasin 32 Articoli

IoVoceNarrante cercava scrittori di talento, colmi di passione e con grandi capacità che volessero far notare al pubblico quanto loro valgono.
Io cosa c’entro in tutto questo? Assolutamente nulla, per questo ne sono il fondatore.

Contatto: Facebook

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!