C’era una volta Once Upon a Time: la magia ha sempre un prezzo

“Buona sera, madamigella mugnaia, perché piangi tanto?”
“Ah,” rispose la fanciulla, “devo filare l’oro dalla paglia e non sono capace!”
Disse l’omino: “Che cosa mi dai, se te la filo io?”
“La mia collana,” rispose la fanciulla.
L’omino prese la collana, sedette davanti alla rotella e frr, frr, frr tirò il filo tre volte e il fuso era pieno.”

– Tratto da “Tremotino“, fiaba dei fratelli Grimm pubblicata nel 1857 ne le “Fiabe del focolare

RumpleC’era una volta, un piccolo nano,
dispettoso e rumoroso,
che sapeva trasformare la paglia in oro.
Il suo nome era Tremotino.

rumpelIn origine, il nome di “Tremotino” era “Rumpelstilzchen” e significa letteralmente “penetto rumoroso”. Era il nome che veniva dato ad un goblin. Era una specie di “fantasma rumoroso“, un malvagio spiritello che faceva fracasso e dispetti, come spostare oggetti domestici.

La prima volta che incontriamo questo spiritello dispettoso risale al 1577, in un adattamento della ballata di Johann Fischart, scrittore e poeta tedesco, che faceva riferimento ad un “qualcosa” che faceva divertire i bambini dal buffo nome di “Rumpele stilt”.

Ma la variante più conosciuta è senz’altro quella scritta e raccontata dai famosi Fratelli Grimm nella loro raccolta “Fiabe del Focolare“.

Tale storia narra la vicenda della bellissima figlia di un mugnaio il quale, un giorno, trovatosi dinanzi al re, inizia a mentirgli riguardo alla figlia e rivela falsamente che ella era in grado di tramutare la paglia in oro. Il re, dunque, attratto da questa rivelazione, invita la ragazza a palazzo. Raggiunto il palazzo, la giovane viene condotta in una stanza colma di paglia e le viene ordinato di tramutarla tutta in oro entro un giorno, se non l’avesse fatto, sarebbe stata uccisa.

paul-zelinsky-tremotino-08

Non essendo in grado di tramutare la paglia in oro, la ragazza scoppia in lacrime ma, ad un tratto, ecco giungere al suo cospetto un nano che, incuriosito, le domanda come mai fosse così triste. La fanciulla gli narra ogni cosa e gli dona la sua collana in cambio di aiuto. Il folletto accetta e subito si mette all’opera per filare lui stesso la paglia.

Al mattino, vedendo la stanza colma d’oro, il re decide di condurre la giovane in una stanza più grossa e tutto accadde come la notte precedente, con l’unica differenza che, questa volta, ella dona al nano il suo anello.

La terza volta, invece, condotta in una stanza ancor più grande, non sa cosa dare in cambio a quel essere, così egli chiese in cambio il suo primogenito.
Ella, dispera e spaventata per la sorte alla quale sarebbe andata incontro se non avesse trasformato tutta quella paglia in oro brillante, accetta di donargli il suo primo figlio.

rumpelInfine, il re sposò la magica fanciulla e, ben presto, nacque il loro primogenito, segnando il ritorno del piccolo nano che non aveva per niente dimenticato il patto. Diede tre giorni alla donna per scoprire il suo nome e, se fosse riuscita ad indovinarlo, avrebbe spezzato il patto e restituito il bambino. Ella provò svariate volte, ma senza successo. Finché, l’ultimo giorno, un servo le disse di aver visto fra i monti un nano che cantava al focolare: “Oggi fo il pane, la birra domani, e il meglio per me è aver per domani il figlio del re. Nessun lo sa, e questo è il sopraffino, Ch’io porto il nome di Tremotino!”. TremotinoEd è così, che al termine del terzo giorno, la madre chiese se il suo nome fosse Tremotino. Nella prima edizione del 1812 dei Fratelli Grimm, il nano “scappò con rabbia, e non tornò più”, ma successivamente il finale fu rivisto e nell’edizione del 1857, Tremotino, pieno di collera, spinse “nella terra il piede destro che affondò fino alla cintola, poi nella sua collera afferrò il piede sinistro con entrambe le mani e si spezzò in due“. In realtà, però, nella versione dei fratelli Grimm, Tremotino vola fuori dalla finestra su un mestolo da cucina.

TremotinoDa questa storia prendono certamente ispirazione i due co-produttori di Once Upon a Time per la creazione del personaggio di Tremotino, chiamato erroneamente in lingua originale Rumplestillskin a causa della stampa errata sul pugnale utilizzato dall’Oscuro Signore. Tremotino è un bieco personaggio avvolto da segreti, intrighi e un forte amore verso il potere, quello oscuro.

Forte della sua magia e delle sue grandi conoscenze nelle arti, è reso il villain per eccellenza dell’intera serie tv.
Costruito molto fedelmente in respetto per l’originale, ha anch’egli al suo fianco la bella mugnaia: Cora.

Tradito dalla maggior parte delle donne che ha amato, (Milah, sua moglie, e poi persino la stessa figlia del mugnaio, Cora) Tremotino è un uomo solo, dedito esclusivamente alla coltivazione del suo odio, della sua vendetta e di quella strenua ricerca che non gli da pace: trovare un modo, una magia, un sortilegio o un incanto che lo conduca da Bealfire, suo figlio. Il figlio al quale ha rinunciato per il suo potere.

Non esiste una trasposizione del personaggio di Bea nella letteratura e in nessuna versione Tremotino avrà un figlio, ma in Once Upon a Time si sa che tutte le fiabe, le storie e le leggende sono amalgamate in un opera unica, condita da altra fantasia e nuovi intrighi.

2x14Il Tremotino di questo show è un codardo che si nasconde dietro al suo potere di oscuro signore, ma è anche un uomo che ama a dismisura, ma che non riesce a scegliere la strada giusta e percorrerla senza inciampare in scorciatoie magiche.

Ma egli non è solo il birbante Rumplestillskin dei fratelli Grimm, è anche il coccodrillo di Peter Pan, colui che taglia la mano a Capitan Uncino, che nel nostro show prende il nome di Capitan Killian Jones e non più di James “Hook”.

Egli è anche un maestro, il maestro Oscuro che guida il Cigno Nero verso il potere del male.

c'era-una-volta-dark-swan

Tremotino non è solo un personaggio, Tremotino è la rappresentazione della tentazione umana, della capacità e la voglia dell’uomo di trovare sempre la strada più facile, la scelta più semplice per giungere ai propri fini. Ma è anche la prova che dimostra che, nonostante si possa ottenere tutto, non si potrà mai comandare l’amore.

Tremotino aiuta i deboli, ingannandoli con contratti che fanno comodo solo a lui. Per più di trecento anni ha vissuto truffando e giocando coloro che imploravano aiuto e, facendo ciò, è riuscito a circondarsi solamente da terra bruciata.

6050265_origTremotino, alla fine, sceglie sempre il potere oscuro, lasciando in seconda base l’amore.

Lui è anche “La Bestia”, la Bestia di quella dolce fiaba che narra la storia di una donna, che grazie al suo amore, trasforma il male in amore. Ma nonostante la conclusione di questa fiaba fosse intrisa di gioia, noi ancora non possiamo gioire per un Tremotino, Signore Oscuro, colui che ora detiene la forza di tutti gli oscuri.

Se La Bestia sceglie l’amore e, così, Belle, Tremotino sceglie il pugnale, cioè il suo potere.

Forse, un giorno, anche lui depositerà quel pugnale per prendere fra le braccia il suo cuore.

E forse, però, è la sua morale il messaggio più importante, quella che, come per ogni fiaba, ci viene insegnata: la magia ha sempre un prezzo, questo prezzo è sempre pericoloso e porta sempre e solo dolore e solitudine.

Come ogni settimana desidero ringraziare tutti coloro che continuano a seguire questa rubrica. Oramai siamo giunti quasi alla conclusione, il prossimo mercoledì sarà l’ultimo e sarà dedicato a un personaggio che, per quanto molti potrebbero non essere d’accordo, è il protagonista indiscusso di Once Upon a Time.

Vi lascio con un video rumbelle e vi ricordo di seguire le pagine facebook: Emma & Killian #ColiferOnce Upon a Winchester: le trollate e Attraverso lo specchio-Blog.

C'era una volta Once Upon a Time: chi avrebbe mai potuto amare una bestia? "C'era
C'era una volta Once Upon a Time: tutto inizia con un ballo “Questo è il
“Lei sta volando là dove lo sciame è più spesso. Lei è il più grande
"...il nostro amore non cesserà mai di esistere, ma si conserverà intatto  fino al giorno

The following two tabs change content below.
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Ultimi post di Lara Gussoni (vedi tutti)

Informazioni su Lara Gussoni 57 Articoli

Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia.

Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi.

Ma l’amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!