C’era una volta Once Upon a Time: diavolo crudele e fumo di sigaretta

“Congratulazioni! Avete appena vinto l’oro, l’argento e il bronzo alle Olimpiadi dei deficienti!”
Cruella De Vil  a Saul, Jasper e Skortikon

Original book illustration of Cruella de Vil
Original book illustration of Cruella de Vil

C’era una volta una donna alta e magra.
Sigarette dal fumo verde seguiva ogni suo passo.
Il suo nome era Crudelia De Mon.

i 101 e una dalmata

In Italia è conosciuta come Crudelia De Mon, e poco c’è da dire riguardo al nome di questa donna che già da solo la dice lunga sul personaggio di cui stiamo andando a trattare.

Conosciuta da tutti sin dalla tenera infanzia come la cattiva de “La carica dei 101” della Walt Disney (1961), in realtà, questa villain compare per la prima volta nel 1956, nel romanzo “I cento e una dalmata” di Dodie Smith. In inglese: The Hundred and One Dalmatians.

Il nome originale di questo personaggio è Cruella De Vil, il quale nome deriva dal gioco di parole “devil” e “Cruel“, rispettivamente “diavolo” e “crudele”. Purtroppo, col doppiaggio, non è stato possibile mentenere queste assonanze perché in italiano non esiste una parola simile a “devil“, ma volendo comunque mantenere un nome che rappresentasse la cattiveria di questa donna, la scelta è ricaduta su “demone” e, quindi, Crudelia De Mon.

La storia del personaggio originale si discosta molto da quello messo su schermo che vediamo in Once Upon a Time, ma entrambi i personaggi hanno un carattere forte, dispotico e sono crudeli senza possibilità di redenzione o spiragli di bontà. Insomma, vogliono esaudito ogni loro più piccolo capriccio, a discapito della felicità altrui.

CoverBookMa qual è la vera storia di Crudelia De Mon? …o, meglio, Cruella De Vil? E che cosa vuole da questi cuccioli di dalmata?

Pongo e Missis sono i due dalmata della famiglia londinese Dearly, due sposini che credono di essere padroni dei loro cani. Dal libro si capisce perfettamente che sono i cani a lasciar credere ai padroni di poter avere il comando, mentre in realtà è proprio il contrario: è il cane ad essere padrone.

Quando Missis partorisce quindici cuccioli, gli umani capiscono che la cagnolina non potrà mai allattarli tutti e, così, adottano la giovane Peggy, una mamma dalmata abbandonata.

Pochi giorni dopo che la perfida Cruella scopre l’esistenza dei cuccioli, questi spariscono. Ovviamente, gli umani non sanno da che parte girarsi per cercarli, così sono i cani a prendere in zampa la situazione. Grazie al loro efficiente sistema di comunicazione canino chiamato “catena del crepuscolo”, Missis e Pongo corrono alla ricerca dei loro figlioletti, lasciando Peggy ad occuparsi degli umani.

arena_alex-t-smith_101-dalmations_title-page
Illustrazione del libro “Cento e una dalmata” di Alex T. Smith

Quando riescono a trovare i loro piccoli, i due genitori scoprono che ce ne sono altri ottandue, che sono in realtà i figli di Peggy e il suo compagno Prince. Guarda caso, i cani sono tenuti prigionieri da Jasper e Saul ( che nella nostra versione italiana sono tradotti con Gaspare ed Orazio ), due ladri assoldati proprio da Cruella De Vil. I cani sono infatti stati rapiti dal signor De Vil su capriccio della moglie: una pelliccia nuova fatta con il loro pelo.

 

Ma la storia vuole che Pongo e Missis riescano a liberare tutti i cuccioli e, dopo una serie di avventure, giungano nuovamente a Londra portando con loro ottantadue cuccioli, Prince e il gatto di Cruella, che vengono così tutti adottati dagli umani.

Cruella, suo marito e i due ladri vengono arresti dalla polizia.

Cruella_De_Vil's_car_OUATLa storia originale è piuttosto differente da quella che tutti abbiamo imparato ad amare grazie alla Disney e, come già detto, è molto diversa anche dal personaggio che abbiamo incontrato nella seconda parte della quarta stagione di Once Upon a Time.

Ad esempio, nel libro è sposata con un pellicciaio basso di statura, mentre nello show tv, Cruella è sposata con un uomo ricco, il signor Feinberg, di cui non si sa nulla. I due vivono nella ricchezza e nel lusso di modo che lei possa vedere esaudito ogni suo capriccio, ma l’uomo viene arrestato dal FBI e la donna riesce a salvare la sua pelliccia e la sua automobile.

Di simile al personaggio originale, la Cruella di Once Upon a time, ha anche il carattere demoniaco.

Dodie descrive la sua Cruella come è una donna alta e scura di carnagione, che indossa in genere una pelliccia bianca e candida, ma non da’ altre informazioni a riguardo. Ovviamente, dato che si parla di pellicola, il film di animazione da’ una descrizione più particolareggiata della donna e il personaggio di Once Upon a Time prende spunto proprio dall’estetica della Crudelia De Mon del film Disney. Infatti, ci troviamo davanti un donna alta, truccatissima, dagli zigomi appuntiti, scheletrica, che indossa un lungo abito da cocktail nero, molto scollato, il tutto adornato da un paio di guanti rossi lunghi fino al gomito e da un paio di scarpe rosse, modello Chanel.

Once-Upon-a-Time-4x19-Sympathy-for-the-De-Vil-Young-CruellaPer quanto riguarda il carattere del personaggio, la Cruella di Once Upon a Time è identica a quella del romanzo di Dodie: capricciosa, altezzosa, dispotica, disposta a tutto per ottenere ciò che vuole… nonostante Adam ed Eddy le abbiano regalato una storyline differente da quella creata da Dodie Smith, riusciamo a comprendere perfettamente il livello di pazzia della donna che è, ovviamente, il punto forte di questo villain. Infatti, sin da giovanissima, Cruella viene segregata dalla madre Madeline in una soffitta per evitare che la sua follia degeneri in nuovi crimini, dato che da piccola Cruella aveva assassinato sia suo padre che il suo patrigno.

cruella-a-l-air-tellement-heureuse-dans-lesDa qui in poi entra in gioco una componente magica completamente estranea al romanzo originale.

Cruella incontra l’Autore e, con l’astuzia, lo seduce convincendolo a donarle poteri magici. Così, l’Autore le dona il potere di comandare i cani. Con esso, la ragazza riesce a domare i cani dalmata di sua madre e a ordinare loro di ucciderla. Scoperto il suo inganno, l’Autore, innamorato e devastato dal dolore, riesce a modificare il potere della donna: Cruella De Vil potrà controllare gli animali, ma non potrà mai ferire, né uccidere nessuno.

Once-Upon-a-Time-4x13-Darkness-on-the-Edge-of-Town-Cruella-De-Vil-powersUn’altra differenza fra il romanzo originale e la storyline di Once Upon a Time è senz’altro il finale. Se nel romanzo Cruella viene arrestata, nello show, la Queen of Darkness viene uccisa proprio da Emma Swan, la salvatrice.

Mentre una particolarità che accomuna romanzo e serie tv, è il colore identificativo della donna: il verde che viene usato come mezzo di persuasione e richiama in maniera netta il fumo di sigaretta che ha l’antagonista del romanzo.

Cruella De Vil è stato uno dei villain più amati dello show, l’interpretazione dell’attrice ha reso il personaggio attivo e davvero sull’orlo della pazzia. Una vera Cruella che guida impazzita la sua auto con i capelli sparati in aria.

Anche oggi vi ringrazio per aver seguito la rubrica C’era un volta Once upon a Time e vi do’ appuntamento a settimana prossima con un altro interessante villain! Nel salutarvi, vi lascio un piccolo video e la sua traduzione tratta dal doppiaggio italiano dell’episodio 4×13. Buon visione 😉

Cruella: Perché questo piano dovrebbe funzionare se gli altri sono falliti?
Rumple: I fallimenti del passato avevano una ragione, le circostanze ci erano avverse, ma ora noi le cambieremo.
Ursula: Questo Autore di cui continui a blaterale?
Rumple: Il suo libro contiene un grande potere. Superiore a qualsiasi altro conosciuto che dà ai cattivi e agli eroi ciò che crede meritino. I nostri fallimenti sono dovuti alla sua volontà non hai nostri passi falsi,
Cruella: E’ più facile che dare la colpa alle scelte sbagliate che al gin.
Voice: Benvenuti.
Cruella: Un doppio chuck menù.
Ursula: Due. Tremotino?
Rumple: No, grazie. Vorrei arrivare vivo al mio lieto fine.

Ringraziamo le pagine facebook Emma & Killian #ColiferOnce Upon a Winchester: le trollate e Attraverso lo specchio-Blog.

Disclaimer: I personaggi di seguito descritti sono stati ideati da Adam Horowitz ed Eddy Kitsis
SPOILER ALERT! L'articolo potrebbe contenere spoiler per chi non segue la programmazione americana. "Non perdere
"Buona sera, madamigella mugnaia, perché piangi tanto?" "Ah," rispose la fanciulla, "devo filare l'oro dalla
“Lei sta volando là dove lo sciame è più spesso. Lei è il più grande
"...il nostro amore non cesserà mai di esistere, ma si conserverà intatto  fino al giorno

The following two tabs change content below.
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Ultimi post di Lara Gussoni (vedi tutti)

Informazioni su Lara Gussoni 57 Articoli

Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia.

Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi.

Ma l’amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!