C’era una volta Once Upon a Time: il coraggio di una candida magnolia

Vi ricordiamo che grazie alla nostra partnership con Amazon avete la possibilità di acquistare i titoli di cui trattiamo ad un prezzo speciale. Trovate in fondo all’articolo il LINK per l’acquisto direttamente da Amazon

C’era una volta Once Upon a Time: il coraggio di una candida magnolia.

“Il fiore che sboccia tra le avversità è il più raro e il più bello di tutti…”
Imperatore, dal Film di Animazione “Mulan

Hua Mulan

C’era una volta, in un paese molto lontano,
fra le distese di villaggi della Cina imperiale,
una fanciulla coraggiosa e tenace.
Il suo nome era Mulan.

 Fra le pagine moderne di Once Upon a Time, la nostra Mulan, interpretata da Jamie Chung, è disegnata come una donna addestrata a combattere, tenace e dal carattere forte e risoluto, che metterebbe in pericolo la sua stessa vita per salvare chi ama.
Nonostante siano state mantenute le sue origini orientali, del passato di Mulan non è stato raccontato molto. Riuscita a scampare al Primo Sortilegio lanciato dalla Evil Queen, la Regina Cattiva, grazie alla protezione di uno scudo magico creato da Cora, Mulan compare per la prima volta nell’episodio 2×01 “Broken” al fianco del Principe Filippo. Un legame alquanto assurdo, dato che Mulan dovrebbe provenire dalla Cina e non certo dalla Enchanted Forest, la Foresta Incantata di Biancaneve. E invece, in Once Upon a Time, non solo Mulan ha un grande legame di amicizia con Aurora e il Principe Filippo, ma pare essere segretamente innamorata della nostra Bella Addormentata.

Aurora e MulanUn punto sicuramente che si allontana
sia dalla leggende ispirate dal vero personaggio,
sia dal film di animazione.

Dalla sua prima apparizione in “Broken”, Mulan veste un’armatura che le permette di coprire perfettamente sia i suoi lunghi capelli neri che il suo viso, facendola così sembrare un uomo. Parallelismo chiaro alla leggenda originale di Mulan, che racconta le gesta di una donna che si traveste da uomo per prendere il posto di suo padre in guerra. Con sé, porta una spada nota per avere la lama più dura di tutti i regni, in grado di sconfiggere anche le magie più potenti.

Mulan

Ma chi è veramente Mulan? Chi è la donna che si è travestita da uomo per salvare la vita a suo padre?

Mulan è, infatti, il primo personaggio dell’intero show a non essere basato su una fiaba tradizionale, ma da una leggenda reale: quella di Hua Mulan.

Magari non tutti sanno che il nome “Mulan” viene dal cinese mandarino e significa “fiore di orchidea di legno“, o semplicemente magnolia. Infatti, nel cartone animato, vi è proprio una scena in cui il padre, Fa Zhou, siede sotto un albero di magnolia in fiore. Egli paragona la sua unica figlia a “quel bocciolo è in ritardo… scommetto che quando sboccerà diventerà il fiore più bello di tutti.

Disney-mulan-magnolia

I primi versi scritti su Mulan risalgono agli anni delle Dinastie Cinesi del Nord, nel 386-581. Successivamente, vennero poi prese in mano da dei cantastorie che le modificarono, donando alla protagonista di questi poemi un cognome “Hua” e creando attorno ad ella svariate avventure.

La storia di Hua Mulan, divenuta poi Fa Mulan per via del cartone animato, si svolge molto similarmente a quello del Film che tutti conosciamo. Seconda figlia di Hua Hu, spinta dall’amore verso il padre e vedendo la guerra avanzare e il richiamo all’esercito degli uomini, decise di arruolarsi travestendosi da uomo e usando il nome del fratello minore. Il padre chiaramente non era d’accordo con l’idea della figlia, ma la giovane riesce a convincerlo e parte per unirsi al resto degli uomini.

L’addestramento militare, inutile dirlo, fu particolarmente duro e difficile per la giovane donna, che dovette nascondere per lungo tempo la sua femminilità e rinchiudersi dentro vesti che non le appertenevano. Al termine dell’addestramento, venne inviata assieme ai suoi compagni al confine per dare il cambio alle truppe che erano state decimate dagli Unni.

Hua mulan-3

Passarono ben dodici anni da quando Mulan abbandonò il suo villaggio per arruolarsi nell’esercito. E in questi anni, ella si distinse per il suo coraggio, la sua determinazione e la sua forza, divenendo uno dei migliori guerrieri di tutto l’Impero. Divenne Generale, comandante in capo dell’Armata Settentrionale e tutto ciò senza mai rivelare la sua vera identità.

Fu proprio Mulan a mettere fine alla guerra, quando, sfruttando la sua astuzia, riuscì a battere uno dei generali più forti che gli Unni possedevano e riportò in Patria un esercito avvolto dalla vittoria. Fu omaggiata da grandi onori imperiali, ma lei li rifiutò tutti, sostenendo che l’unica cosa che voleva realmente era di fare ritorno alla propria casa per riabbracciare il padre.

La leggenda narra che questo misterioso soldato rifiutò più vote la mano della figlia di un Generale che, insospettito, si recò a casa del giovane assieme ai compagni dell’esercito per chiedere spiegazioni scoprendo, però, che quel giovane era una splendida, forte e tenace fanciulla.

Inutile dire che in Cina, Hua Mulan rappresenta il patriottismo e l’amore filiale. Un simbolo di coraggio ed eroismo, un simbolo di forza che valorizza la donna.

 

La Ballata

Purtroppo non esiste più l’intero poema perché è andato perduto tantissimi anni fa, ma se ne conservano ancora alcuni frammenti. Vi riporto qui di seguito le schegge pervenute sino a noi della ballata di Mulan che personalmente, leggendola, mi hanno riportato alla mente la sensazione di un rigolo d’acqua che si fa strada fra le roccie.

Alla fine del poema ho inserito una gallery con il testo originale e le illustrazioni di Wu Liju, la quale ha dipinto la ballata in un libro dal titolo Gathering Gems of Beauty. Tutt’oggi conservato al National Palace Museum, Taipei.

Hua Mulan-telaio

Mulan sull’uscio tesseva al telaio,
non sentì il rumore della spoletta,
sentì solo il sospirare della ragazza.
A chi pensava,
cosa la tormentava?
«Non penso a nessuno,
nulla mi tormenta,
ieri notte ho visto le insegne,
il Khan arruolava le truppe,
hanno dodici rotoli di nomi di soldati,
in ogni rotolo, il nome di mio padre.
Egli non ha un figlio adulto,
Mulan non ha fratelli maggiori,
voglio al mercato comprare sella e cavallo,
con cui mettermi in marcia al posto di mio padre.»

Al mercato dell’Est comprò un fiero cavallo,
al mercato dell’Ovest comprò una sella,
al mercato del Sud comprò le briglie,
al mercato del Nord comprò una lunga frusta.
All’alba salutò padre e madre,
al tramonto dormì al Fiume Giallo.
Non sentiva le voci dei genitori che la chiamavano,
solo sentiva il pianto del corso del fiume, jen jen.
All’alba salutò il Fiume Giallo,
al tramonto dormi sui Monti Neri.
Non sentiva le voci dei genitori che la chiamavano,
solo sentiva il pianto dei cavalli sul Monte Yan, chiu chiu.

L’esercito in guerra percorse grandi distanze,
e superò come in volo i passi montani.
Il vento del Nord trasportava clangore di armi,
la luce fredda invernale si rifletteva sulle ferree armature.
Generali morirono in cento battaglie,
valorosi soldati tornarono a casa dopo dieci anni.
Al suo ritorno vide il Figlio del Cielo,
il Figlio del Cielo che risiedeva nel Palazzo Splendente.
Rifiutò promozioni di dodicesimo grado,
premi da oltre centomila,
alla domanda del Khan espresse il suo desiderio:
«A Mulan non serve una carica ufficiale,
vorrebbe una cavalcatura veloce,
per tornare presto alla sua casa.»

Il padre e la madre, udito il ritorno della figlia,
uscirono dalla valle sostenendosi a vicenda.
La sorella minore, udito il ritorno della sorella,
la attese ornata di rosso sulla porta di casa.
Il fratello minore, udito il ritorno della sorella,
affilò il coltello e uccise maiali e capre.
«Apro la porta della mia camera orientale,
riposo sul letto della mia camera occidentale.
Mi tolgo la divisa del tempo della guerra,
riprendo le vecchie sembianze.
Alla finestra acconcio i capelli,
davanti allo specchio mi cospargo della polvere del fiore giallo.
Esco dalla porta, vedo i miei vecchi compagni che sussultano sorpresi.»

«Con noi ha passato dodici anni,
non sapevamo che Mulan fosse una donna.»
Le zampe della lepre maschio saltano veloci,
gli occhi della lepre femmina sono confusi e turbati.
Se due lepri corrono insieme,
chi potrà più riconoscere se sono maschio o femmina?

GALLERIA multimediale

“Ho sentito tante cose su di te, Fa Mulan. Hai rubato l’armatura di tuo padre, sei scappata di casa, ti sei travestita da soldato, hai ingannato il tuo comandante, disonorato l’armata cinese, distrutto il mio palazzo e… hai salvato tutti noi.”
Imperatore, dal Film di Animazione “Mulan

Amazon link (stagione in cui appare Mulan): C’era Una Volta – Stagione 02 (6 Dvd)

Amazon link (Cartone Disney): Mulan (Special Edition) (2 Dvd)

Amazon link (Libro): Mulan

Disclaimer: I personaggi di seguito descritti sono stati ideati da Adam Horowitz ed Eddy Kitsis
SPOILER ALERT! L'articolo potrebbe contenere spoiler per chi non segue la programmazione americana. "Non perdere
"Buona sera, madamigella mugnaia, perché piangi tanto?" "Ah," rispose la fanciulla, "devo filare l'oro dalla
“Lei sta volando là dove lo sciame è più spesso. Lei è il più grande
"...il nostro amore non cesserà mai di esistere, ma si conserverà intatto  fino al giorno

The following two tabs change content below.
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Ultimi post di Lara Gussoni (vedi tutti)

Informazioni su Lara Gussoni 58 Articoli
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!