C’era una volta Once Upon a Time: Robin, eroe per sempre.

//Attenzione: questo articolo contiene SPOILER per chi non segue la programmazione americana di Once Upon a Time.//

“La nobiltà non è un diritto di nascita: è determinata dalle proprie azioni.”
– Dal film “Robin Hood, principe dei ladri“.

RobinHode
C’era una volta, un ladro gentiluomo 
che viveva che viveva con l’Allegra Brigata nella foresta di Sherwood..
Il suo nome era Robin Hood.

Robin Hood porta dentro di sé l’unione di storia e leggenda.

Il nostro fuorilegge, che nei manoscritti più antichi viene chiamato”Robyn Hode“, fu creato basandosi per metà su un personaggio storico e metà su un personaggio leggendario. robynstoodIl personaggio storico dal quale si ispira è un un nobile sassone decaduto diventato poi un bandito, che si fonde con quello leggendario rappresentato da un dio della foresta, una specie di folletto che proteggeva i villaggi attigui. Dal principio, nella versione medioevale, era un semplice bandito ma, in seguito, gli è stata stata cucita addosso la generosità e il buon cuore che tutti noi riconosciamo in Robin Hood, l’abilissimo arciere che ruba ai ricchi per dare ai poveri.

Da sempre, le avventure di Robin Hood e dell’Allegra Brigata sono ubicate nella foresta di Sherwood o a Nottingham.

Robin HoodCi sono molti diverbi sul luogo e sulla data di nascita del nostro eroe. Molti parlano di Loxley, altri invece di Wakefiel. Le date oscillano approssimativamente tra il 1285 e il 1295, altri sostengono invece che sia l’anno della morte.

Se invece consideriamo i dati cronologici che ci danno le ballate e i documenti storici a noi giunti, possiamo provare a parlare di un arco temporale che abbraccia qualche centinaio d’anni, precisamente dalla seconda metà del 1000 (1060 e oltre) alla seconda metà del 1300.

Insomma, è certamente chiaro che le gesta del nostro eroe si svolgono nel Medioevo, ma stabilire una data precisa non è per nulla facile o, forse, nemmeno possibile.

Robin Hood è protagonista di oltre 300 ballate inglesi ed ha subito parecchie variazioni rispetto alle descrizioni originarie, per giunta, solo trentotto sono giunte a noi leggibili. Da comune fuorilegge che non aveva nulla di buono, siamo giunti a versioni moderne in cui Robin Hood diviene eroe fuorilegge riuscendo ad aggraziarsi la fiducia del popolo, un grande arciere con un grande cuore. Tutti pregi che in realtà il vero Robyn Hode non possedeva.

Un altro esempio è proprio Lady Marian che in realtà era una donna comune, mentre nell’epica vittoriana viene dipinta come una donna forte, combattente, un simbolo del movimento femminista di quel secolo. Diventa una donna eroe, guerriera.

a0817ccb935b851492a2795561e5d812Quindi, da storia originale in cui Robin era un normale fuori legge, siamo giunti al mito. Un mito che è presente in svariate altre culture, per citarne una: Tami Yukata in Giappone, ad esempio.

Varie versioni hanno arricchito la lunga e variegata carriera di Robin di Loxley, ma lo vediamo sempre al fianco dei suoi compagni, personaggio più, personaggio meno. Robin non vive da solo nella foresta, ma sempre a capo dell’Allegra Brigata sin dall’alba dei tempi. Will Scarlet è il primo amico originario, poi Little John, Fra Tuck, Allan Dale, e così via… in molte varianti sono presenti tutti i compagni, in altre solo alcuni. Un po’ come per Lady Marian che, nonostante in molte versione venga considerata la donna amata da Robin, non è sempre presente nelle ballate.

…Ed anche come la sua morte. Perché sì, Robin Hood, in alcune versioni, muore trafitto da una freccia avvelenata. In altre varianti muore in modo differenti.

seanmeguireEd è proprio con questo uno dei punti che ci lega di più con il personaggio di Robin Hood rappresentato in Once Upon a Time. Comparso nella seconda parte della terza stagione, Robin Hood, al quale è stato dato un figlio di nome Roland avuto dalla sua defunta moglie Lady Marian ed una figlia avuta dalla Perfida Strega dell’Ovest, vive nell’Enchanted Forest assieme all’Allegra Brigata. (Si pensa che la Foresta di Sherwood faccia quindi parte della Foresta incantata.)

Robin_Hood_OUAT_promo_(Alone)Ma cosa collega questo personaggio dello show con quello vero? Forse l’amore per Marian? L’Allegra Brigata? La morte? oppure proprio Regina?

La storia che ci viene presentata da Adam Horowitz ed Eddy Kitsis potrebbe non sembrare quella canonica di Robin innamorato di Lady Marian, la donna cantata in così tante ballate. Ci regala una versione in cui Robin si innamora di un’altra donna, Regina che noi tutti conosciamo come Evil Queen, la regina cattiva di Biancaneve.

Eppure non è così campata in aria come si potrebbe pensare.

Esiste una versione della ballata di Robin Hood in cui il nostro arciere si innamora di Clorinda, la regina pastorella. L’unica in grado di vincere il cuore di Robin al posto di Marian.

Che sia proprio da questa ballata che i nostri co-produttori hanno preso spunto per la loro storia?

outlawqueen4In questa versione di Francis James Child del 1716, torniamo a parlare di Robin come nelle tradizioni originarie, ovvero come “Conte di Huntingdon“. In questa versione, che coincide in diversi aspetti con quella trattata da Once Upon a Time, vediamo Robin assieme a Little John. Mentre sono nella foresta di Sherwood, incontra Clorinda, la regina dei pastori, che anche lei è a caccia di cervi. Robin, rimasto impressionato per la bellezza e bravura della donna, la invita a banchettare assieme a lui. Subito dopo il pasto, lui le chiede di sposarla e lei accetta. Once-Upon-a-Time-4x08-Smash-the-Mirror-New-Page-23L’episodio sfocia poi in un’avventura violenta dove, sul sentiero per tornare a casa, dei briganti li assalgono per rubare i cervi. Muoiono cinque di loro, ma alla fine Robin e Little John riescono a vincere e celebrare il matrimonio.

Breve ma d’impatto, differente da tutte le altre vede l’attenzione di Robin spostarsi da una Marian che non esiste, ad una donna completamente sconosciuta, una regina. Un parallelismo piuttosto forte fra personaggio delle ballate e quello dello schermo.

Tralasciando il parallelismo sul coraggio e il buon cuore che è tipico di questo personaggio ed anche qui è rappresentato impeccabilmente, l’altro parallelismo, forte e concreto, è proprio la morte di Robin Hood.

SEAN MAGUIRE, LANA PARRILLANon c’è molto da dire a riguardo. In alcune versioni viene trafitto da una freccia avvelenata, in altre durante uno scontro. In Once Upon a Time, l’unico parallelismo concreto è il fatto stesso della morte prematura, di una morte subita per dar voce al suo buon cuore e all’animo nobile proprio del personaggio. Robin Hood viene ucciso da Ade per proteggere la donna che ama durante l’episodio 5×21 “Last Rites”, andato in onda domenica sera in America.

Una morte piuttosto inutile e campata per aria, l’ennesima prova da parte dei produttori di non aver dato un degno ruolo ad un personaggio come Robin Hood, ma averlo tenuto per una intera stagione come semplice fondo di scena.

7ff5da75f68f9b60_142771_7147-900x600.xxxlarge

 

Secondo alcune ballate che cantano la morte di Robin, si racconta che sulla sua tomba sarebbe stata incisa la seguente frase:

Robert Earl of Huntingdon
Lies under this little stone.
No archer was like him so good;
His wildness named him Robin Hood.
For thirteen years, and something more,
These northern parts he vexed sore.
Such outlaws as he and his men
May England never know again.

(Robert Duca di Huntingdon
Giace sotto questa piccola pietra
Nessun arciere fu pari a lui
Per la sua natura venne chiamato Robin Hood.
Per tredici anni e più
Queste terre del nord egli rese aride.
Fuorilegge come lui ed i suoi uomini
Possa l’Inghilterra non vederne più)

Come ogni mercoledì ringrazio tutti voi per aver letto la rubrica di oggi in omaggio ad un personaggio che avrebbe potuto dare molto, ma che è stato ucciso, per ora, senza un vero motivo.

Ringraziamo le pagine facebook Emma & Killian #ColiferOnce Upon a Winchester: le trollate e Attraverso lo specchio-Blog.

. "Non si vive per accontentare gli altri... perché quando dovrai affrontare quella creatura, ci
C'era una volta Once Upon a Time in Wonderland: Will Scarlet, il Fante di Cuore
"Buona sera, madamigella mugnaia, perché piangi tanto?" "Ah," rispose la fanciulla, "devo filare l'oro dalla
“Lei sta volando là dove lo sciame è più spesso. Lei è il più grande
"...il nostro amore non cesserà mai di esistere, ma si conserverà intatto  fino al giorno

The following two tabs change content below.
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Ultimi post di Lara Gussoni (vedi tutti)

Informazioni su Lara Gussoni 58 Articoli
Adoro leggere, collezionare libri e ordinarli per genere nella mia libreria stracolma di intrighi e storia. Ho una relazione complicata con le serie tv e con i finali di stagione, soprattutto se finiscono con uno dei miei personaggi preferiti morti o, peggio, fra la vita e la morte. Cosa che mi rende particolarmente nervosa per i giorni successivi. Ma l'amore della mia vita, il mio vero amore, è la scrittura, la carta e la penna che assieme alla fantasia creano infinite avventure e miriadi di mondi affascinanti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*