Come aggiungere EMOZIONE alla tua storia

Vi mancavano le mie guide eh? Cani. Eccomi, sono tornato.

Questo è un argomento veramente molto importante, molto più importante di fare le foto al vostro pranzo ad esempio. Ora vi spiegherò come esser sicuri di aggiungere delle vere emozioni a quelle cose che ogni tanto scrivete, perchè lo sappiamo tutti, senza di queste…inutile spiegarvi cosa succede. Se non lo capite da soli, uscite dal mio sito.

Mi state odiando? State ridendo di o con me? Pensate che io sia uno sfigato?
Ottimo. Sono tutte emozioni e questo significa che sono 10 case dello zodiaco sopra di voi.

Cercherò di essere molto semplice in questo articolo. Non è facile spiegare questo argomento ma vi prego di leggere con attenzione perchè anche le cose più banali possono aiutarvi.
Inoltre ricordatevi una cosa: qui si parla di come aggiungere emozione, non sentimento. Quello dovrete mettercelo voi.

Se i punti saranno troppo sintetici basta farmelo sapere con un commento, non esiterò un minuto a scrivere approfondimenti su uno o più questioni.

 

Emozioni-e-sentimenti

 

1# Identifica le emozioni della tua storia. Questo è un aspetto molto più generale. Devi sin da subito capire i toni della trama, capire che cosa vuoi che provino i lettori una volta finito di leggere, capire cosa far provare alle persone in determinati punti importanti di una determinata vicenda, appuntateli per non dimenticarti. Ricordati che è molto importante quello che vuoi comunicare nelle prime pagine. Se usi (come ad esempio faccio io) un prologo, non aver paura di esagerare con le varie sensazioni, invoglierà solamente il lettore ad andare avanti e capire cosa è successo.

emozioni..

 

2# Pensa a quando hai provato ciò che sta provando il tuo personaggio. Magari non ti è mai successo che un drago abbia incenerito i tuoi genitori o che dei nazisti abbiano sterminato la tua famiglia, ma ti sarai sicuramente sentito/a triste, felice, spaventato, determinato, emozionato. Ecco. Ripensa a quella determinata emozione, se ti aiuta collegala ad un episodio della tua vita e scrivi, anche in parole chiave, come esattamente ti sentivi, come reagivi, cosa avresti voluto fare (urlare ad esempio), se ti venivano tic impulsivi. Qualsiasi cosa servirà per rendere più reale il tutto.

 

lavoretti-halloween-bambini-1

 

3# Definisci come il tuo personaggio reagirà alla situazione. Le tue emozioni sono sicuramente un ottimo punto di partenza, ma non sempre i tuoi personaggi sono uguali a te, anzi.
Pensa al tipo di carattere che hai creato e prova a chiederti cosa farebbe davanti a quello che gli sta capitando in quel momento.

  • Se hai dei problemi a immaginare la reazione del tuo personaggio prova a scrivere come credi che reagiresti tu nella stessa identica situazione, cosa penseresti, diresti e faresti. Poi rivedi ciascuna parte della tua reazione e chiediti: “Il mio personaggio lo farebbe?” Anche se la risposta è “no,” questo esercizio può darti un’idea migliore di come si comporterebbe e perché. Se ti trovi ancora bloccato, rivedi l’intero processo ma usa un personaggio diverso, il tuo o di un altro, al tuo posto.

 

fondi-pensione-emozione-alberto-nalin

 

4# Non essere vago. Abusa. Se ti limiti a scrivere “Jack era contento”, il lettore non sarà sicuramente colpito, anzi, che palle. Spiega perchè Jack era contento, devi far provare al lettore la stessa felicità, farlo immedesimare con lui, altrimenti non si affezionerà mai, non si rivedrà mai in Jack. Che espressione ha sul viso? Cosa sta facendo? Parla? Sta zitto? Se parla che tono usa?
Spiega perchè chi è vicino a lui riesce a capire che è felice. Tutti questi dettagli faranno veramente vivere al lettore quella situazione e credimi, è la cosa più importante.

 

fascio-luce

 

5# Sfrutta l’ambiente. Ciò che descrivi del posto in cui si svolge l’azione, gli oggetti presenti e anche gli altri personaggi possono aiutare a dare emozione alla scena. Ricordati sempre che sia tu sia i lettori osservate la scena dagli occhi del personaggio e che questo stato emotivo influenza ciò che nota e pensa. Non cadere in stupide ricorrenze come la pioggia durante un bacio, non sono per forza necessarie (a meno che non ti piacciano proprio). Un personaggio veramente felice può anche trovare affascinante un manicomio abbandonato oppure un’altro infelice potrebbe essere infastidito dal più bel prato in fiore del mondo, è tutto un discorso di prospettiva.

  • Descrivi come il personaggio interagisce con gli oggetti presenti nel posto in cui si trova, con le persone, con gli animali, con qualsiasi cosa. Se è arrabbiato vorrà spaccare qualcosa, se ha ricevuto una bella notizia dopo tanta sofferenza non si rifiuterà mai di aiutare un bisognoso, perchè lui sa cosa significa essere tristi ma ora non lo è.
  • Un altro esercizio di scrittura che puoi provare, è descrivere o trovare un’immagine di un ambiente poi scrivere una scena in cui il personaggio entra nella stanza e prova felicità, tristezza, paura, rabbia, stanchezza o qualsiasi altra emozione. Cerca di capire come usare lo stesso ventaglio di dettagli nell’ambientazione per descrivere come si sente il tuo personaggio in ciascuno scenario.

 

freccia-verde

 

Consigli.

  • A volte alcuni personaggi proveranno emozioni di vari gradi. E’ molto probabile che le persone le esprimano in modo molto sottile. Osservare attentamente i dettagli può essere un indicatore più specifico delle emozioni del tuo personaggio.
  • Quando scrivi la scena, tieni a mente tutta la storia. Se il tuo personaggio ha una grossa reazione ad unaa delusione minore, come ad esempio rovinare una maglietta durante, o ad una normale notizia positiva, come aver trovato delle monetine per terra, come farai quando nel colpo di scena seguente, vincerà alla lotteria o perderà i genitori?
  • Attento quando prendi ispirazione da altri libri, film, telefilm o qualsiasi altro episodio che non sia la vita vera. Queste fonti possono essere perfette ma devi aggiungere una prospettiva unica. Usa altri lavori di fantasia come ispirazione in modo parco e assicurati che cambiare il concetto tanto da non rischiare il plagio.

 

caution_T

 

Attenzione.

  • Evita i cliché. Non creerai alcuna emozione convincente dando al lettore qualcosa già letto centinaia di volte.
  • Troppe coincidenze che aumentano l’emozione possono svogliare il lettore. Probabilmente non ti servono le colombe che tubano in giardino e la pioggia che cade appena il personaggio riceve una brutta notizia oppure il sole che filtra dalle nuvole quando ha una variazione umorale dal triste al felice. I tuoi lettori devono sentirsi come se vedessero davvero ciò che accade in quel momento, non una scena creata ad arte per suscitare una risposta emotiva.
  • Non tentare di scrivere per qualcun altro. Se hai scritto una scena in un modo particolare è perché pensi che farà provare qualcosa agli altri, ma se non ti piace cancellala e ricomincia. Meglio scrivere di qualcosa che ti faccia ridere, piangere o provare qualcosa e sperare che chi ti legge provi lo stesso, che non cercare di indovinare cosa potrebbe far provare qualcosa agli altri.
  • Se usi dei cliché o espressioni già lette per rendere le emozioni, la storia sarà piatta. È difficile far provare qualcosa agli altri se non la percepisci tu per prima. Pensa a quando ti sei sentito triste o felice nella tua vita, non solo mentre leggevi. Più metti di te stesso nella storia e più reale sarà l’emozione.

 

maxresdefault

 

Cose necessarie.

  • Carta e penna per appuntarsi tutto ciò di cui hai bisogno velocemente.
  • Un dizionario dei sinonimi e dei contrari per evitare di ripetere mille volte la stessa parola, uno stato d’animo può esser descritto in più modi.
  • IoVoceNarrante che con le sue guide e i suoi consigli mi farà diventare il prossimo Manzoni.

 

Il web è stato di aiuto per alcuni di questi punti.

 

 

 

Eccoci qui, con uno di quei momenti fra i più difficili in assoluto per ogni
Ho notato con piacere che l'articolo "Come creare un personaggio" vi è piaciuto, parecchio, o
Questo è sempre stato un argomento molto interessante. Credo di aver speso ore ed ore
Vi ricordiamo che grazie alla nostra partnership con Amazon avete la possibilità di acquistare i

The following two tabs change content below.

Dario Pasin

IoVoceNarrante cercava scrittori di talento, colmi di passione e con grandi capacità che volessero far notare al pubblico quanto loro valgono. Io cosa c'entro in tutto questo? Assolutamente nulla, per questo ne sono il fondatore.
Informazioni su Dario Pasin 32 Articoli

IoVoceNarrante cercava scrittori di talento, colmi di passione e con grandi capacità che volessero far notare al pubblico quanto loro valgono.
Io cosa c’entro in tutto questo? Assolutamente nulla, per questo ne sono il fondatore.

Contatto: Facebook

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!