7 Motivi per cui un’apocalisse zombie fallirebbe immediatamente

Oh buongiorno.
Pensavate di poter leggere tranquilli gli articoli di questo sito ancora per molto tempo, eh? Invece no. Sono tornato ma, tranquilli, nessuno vuol stare in compagnia dell’altro troppo a lungo.

Recentemente stavo guardando molte cose relative a tutto ciò che parla di mostri, maschere, fiere e bla bla bla…sapete, Halloween, e mi sono imbattuto in qualche lettura con ambientazioni post-apocalittiche e quindi, zombie.

Ho guardato anche tanto nel web e molta gente tratta l’argomentazione “apocalissi zombie, cosa fare o non fare” e mi sono chiesto: ma potrebbe realmente essere così catastrofica?
Mi sono dunque armato di buona volontà, un po’ di odio verso di voi e mi sono messo a cercare, sia sul web sia nella mia testolina, delle motivazioni che confermassero la mia idea su questo ipotetico avvenimento.

La conclusione? Un’apocalisse zombie fallirebbe immediatamente.

Giusto una postilla prima di iniziare questa lista di motivazioni. Prenderò in analisi lo zombie puro che è stato utilizzato da sempre nelle storie, quindi quel pezzo di carne morta che si ciba di cervello, proprio perchè non ne ha uno e che è mosso solamente dall’istinto.
Tutti quegli zombie strafighi, straveloci, strapotenti inventati dopo, solamente per rendere una serie tv o un videogioco più appetibile, rimarranno fini a loro.

 

film-zombie

 

 

 

1# Predatori naturali

Cacciatore

Sapete chi c’è in cima alla catena alimentare? Noi.
Non per il fatto che siamo difficili da uccidere, assolutamente, ma perchè siamo incredibilmente e fottutamente bravi a uccidere cose. Qualsiasi cosa.
Siamo troppo intelligenti e troppo ben armati per essere difficili da cacciare per qualsiasi animale selvaggio (basti pensare che con una pietra legata ad un bastone riuscivamo a uccidere un Mammuth) figuriamoci per uno zombie. Agli zombie manca qualsiasi caratteristica che ha permesso all’essere umano di non farsi divorare fino ad estinguersi: vagano all’aperto inconsciamente, non possono usare armi, non possono pensare, non hanno nessun tipo di istinto di sopravvivenza che gli dice di scappare in caso di pericolo e sono interamente fatti di cibo.

“Si ma non è che io vivo dove stanno i leoni”. Bravo, tu sei il solito lettore intelligente, ah?

Pensate agli insetti. Mosche, moscerini, larve.
Se questi sono un problema per noi, figuriamoci per chi è fatto di carne morta. Nel giro di pochi istanti questi esseri saranno completamente avvolti e divorati da animaletti del genere.
E comunque, anche parlando di animali grossi, muovendovi 50km in ogni direzione da qualsiasi città, ci sono sempre zone naturali dove ci sono puma, orsi, lupi…anche vicino a Milano e per molti di questi predatori le condizioni giuste per finire una preda sono: quando è ferito e incapace di difendersi. Chi mi ricorda questa descrizione?       zombie

Pensate solo ai migliaia di cani e gatti randagi la fuori e a che facile pasto sarebbe uno zombie.

P.S.  A tutti quelli che stanno ora pensando “Eh, così poi il puma diventa uno zombie, più pericoloso.”  Presente quando un puma scappa da uno zoo? Ci si mette ore a trovarlo perchè lui si nasconde spaventato…immaginate lo stesso puma che Fottesegaiocaccioincittà va in giro tutto spavaldo, quanto resisterebbe? Dai.

 

2# Non resistono al caldo

exploding-zombie-jpg_004814

Una cosa comune in tutti gli zombie è che loro continuano a marcire mentre vagano per le strade. Ma sapete il caldo che ruolo gioca in tutto questo?
Ogni corpo ha della flora intestinale che ha anche il compito di decomporre il nostro corpo quando il cuore smette di pompare sangue.  Il caldo accelera questo processo, enormemente.
Insomma, questi batteri non vedono l’ora di iniziare a divorarti appena il tuo sistema immunitario non esiste più, ma sapete anche una cosa? Questo processo produce dei gas che fanno gonfiare il nostro corpo fino a…boom. Non pensate a una mina, ma pensate, sotto il sole di agosto, quanti zombie faranno questa cosa disgustosa, fino a rimanere incapaci di fare qualsiasi movimento…e bastano pochi giorni sapete? Ovviamente potrete vedere lo spettacolo se abitate in una zona di caldo umido.
Chi invece abita in una zona di caldo secco, tipo al mare, gli zombie inizieranno a mummificarsi per il caldo cocente, si cuoceranno da soli. Non sarà assolutamente figo come vederli esplodere, ma oh, prova a lamentarti.

3# Non resistono al freddo

gelo-sul-suo-viso_1

Esatto, né al caldo né al freddo. Già.
Ora provate a concentrarvi insieme a me sulle parole “carne morta”…non guardate solo “morta” pensate anche a quella benedetta “carne”.
Cosa si fa per sconfiggere la data di scadenza di una bistecca? La si mette dentro al Freezer.
Esatto. Gli zombie sono corpi fatti di carne che è per la maggior parte fatta d’acqua. Se c’è abbastanza freddo l’apocalisse si gestirà da sola appena loro decideranno di uscire di casa, congelandoli in poco tempo. Facile no?

4# Mordere per diffondere la malattia

morso zombie

Mordere è assolutamente e innegabilmente un pessimo modo per diffondere la malattia.
Vi ricordate la storia di quell’animale che aveva la rabbia ed era riuscito a infettare tutti gli abitanti della propria città e via via di tutto il mondo e l’unico gruppo di superstiti era rinchiuso in una cantina australiana? No? Esatto, perchè non è mai successo.
Insomma, mordere è un modo sfigatissimo per diffondere una malattia.
Le influenze di maggior successo avevano modi veramente fighi per diffondersi. L’influenza “galleggia” nell’aria, la peste nera diffusa dalle pulci ecc. Ma una cosa comune è che nessuna di queste richiede che l’infetto si avvicini a distanza morso per far si che la malttia si propaghi.
E’ vero, le malattia sessualmente trasmittibili funzionano in questo modo, ma solo perchè l’infetto può sembrare sano. A meno che non abbiate gusti particolari verso gli zombie..

Ma facciamo questo esempio. Uno zombie riesce a infettare 30 persone in una folla. Ecco…non pensate ai film. L’umanità sa benissimo cosa fare quando nasce una pericolosa infezione.
Ricordate la SARS? Quella forma acuta di polmonite che hanno scoperto si sarebbe diffusa in Nord America?
Hanno bloccato tutto e sono morte “solo” 43 persone, con una malattia che avrebbe potuto ucciderne migliaia e che non vedi. Con lo zombie non dovresti neanche cercare di capire il come si diffonde.

5# Non possono curarsi

trucco-zombie-perfetto

Proprio così, sembra logico ma so che non ci avevate mai pensato più di tanto. Uno zombie non può e non pensa proprio di doversi curare le ferite di tutti i giorni.
Il vantaggio di avere un sistema nervoso funzionante è che ti fa sapere quando ti sei fatto male proprio tramite l’impulso del dolore e che, se puoi, è il caso di smettere quella determinata azione. Invece una cosa che sappiamo degli zombie è che questo impulso non ce l’hanno e che sono abbastanza goffi. Entrano in porte, spaccano vetri, cadono continuamente e si calpestano a vicenda.
Dopo pochi giorni rimarrebbero con ossa rotte, senza arti e probabilmente si farebbero a pezzi da soli. Letteralmente.

6# Paesaggio e barriere architettoniche

città dall'alto

 

La mancanza di coordinazione degli zombie segnerà la fine di molti di loro, sempre se riusciranno a uscire di casa. Ricordo che lo zombie non sa come trovare strade o ponti, semplicemente vagano senza meta. Montagne, fiumi e crepacci si riempirebbero presto di zombie spaccati a metà.
Ma la parte difficili arriva ora.
Abitiamo in città dove una persona in carrozzina fa fatica a condurre una vita normale proprio per le problematiche che ci sono tutti i giorni. E’ vero che uno zombie non vorrà mai prendere l’autobus, ma al primo marciapiede lievemente alto ne vedremmo un sacco inciampare e, di conseguenza, altri inciampare su di loro.
Non è come nei film. Non si corre impanicati come idioti in questi casi. La gente starebbe ai piani alti dei palazzi, bloccando le porte al piano terra e le strade obbligherebbero agli zombi di stare belli in fila, a favore di cecchini e fottutissimi elicotteri. Inoltre, considerate il potere devastante di un impiegato comunale che ha finito il turno da già 3 secondi e non può andare a casa. Solo lui farebbe una strage lanciando forbici e pinzatrici dalle finestre.

7# Armi

wallpap395

 

Cazzo. Come detto al punto numero uno, se c’è una cosa in cui siamo veramente bravissimi è uccidere qualsiasi cosa si possa uccidere. Siamo così talentuosi che siamo riusciti a far estinguere specie animali senza nemmeno provarci. Aggiungete a tutto questo il numero di persone armate presenti in tutto il mondo e…beh…per chi tifate insomma?
Nel 2015 negli Stati Uniti sono state registrate più di 14 milioni di licenze di caccia e ricordatevi che le licenze esistono per limitare il numero di animali che puoi uccidere, perchè se permettessero a chiunque avesse una pistola di uccidere, qualunque cosa viva morirebbe prima delle 24 ore.
“Eh e degli animalisti?” Caro lettore, sono sicuro che quando la preda passerà da cinghialotto tutto carino a zombie che prova a sbranarti la testa, ci sarà carenza di volontari a difenderli.

Inoltre gli zombie, se guardati come specie a sè, sono semplicemente progettati per fallire: la forma di vita per la diffusione della loro malattia, ovvero noi uomini, è anche la loro fonte di sostentamento e il loro maggior predatore. Insomma, se vogliono mangiare o riprodursi devono ogni volta trovarsi faccia a faccia con il loro peggior nemico.
E’ come se ogni volta che voleste fare sesso o mangiare un panino, dovreste combattere contro un orso, anzi è ancora peggio perchè la maggior parte dei predatori utilizza denti e artigli, il che significa che devono esporsi a un grande pericolo: noi abbiamo i fucili.
E ovviamente ancora non abbiamo contato tutte le armi improvvisate che si possono avere: piedi di porco, mazze da baseball, molotov, granate, pietre, grattugge, sbucciapatate, forcine e qualsiasi fottuta arma che si possa inventare per uccidere.
Aggiungiamo poi alla nostra minestra che esistono anche polizia e militari e abbiamo qualche altro milione di persone armate, questi però non hanno bisogno di inventarsele le armi e sono pure addestrati a usarle. Ma perchè tutti questi conti quando posso tranquillamente schiacciarli con un bel carroarmato?

In conclusione, anche se gli zombie esistessero, lo stesso concetto di “Apocalisse zombie” sarebbe totalmente ridicolo.

 

 

Logitech Z-623 Altoparlanti 2.1, 200 Watt, Nero

Sapete, come sempre mi piace cazzeggiare su internet. Mai nessun luogo è stato così meravigliosamente
Libri gratuiti alle fermate dei mezzi di trasporto. Questa fantastica iniziativa è stata pensata ed
Questa sera ho finito di leggere e posando il libro mi sono accorto che ho
Vi ricordiamo che grazie alla nostra partnership con Amazon avete la possibilità di acquistare i

The following two tabs change content below.

Dario Pasin

IoVoceNarrante cercava scrittori di talento, colmi di passione e con grandi capacità che volessero far notare al pubblico quanto loro valgono. Io cosa c'entro in tutto questo? Assolutamente nulla, per questo ne sono il fondatore.
Informazioni su Dario Pasin 32 Articoli

IoVoceNarrante cercava scrittori di talento, colmi di passione e con grandi capacità che volessero far notare al pubblico quanto loro valgono.
Io cosa c’entro in tutto questo? Assolutamente nulla, per questo ne sono il fondatore.

Contatto: Facebook

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


error: Content is protected by copywright !!